Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Flutter atipico – LUMIPOINT, Forza ed Impedenza locale – Efficienza nella diagnosi e nel trattamento

Ospedale Santa Maria della Misericordia, Perugia

Il video mostra un caso di flutter atipico sinistro in un paziente di 72 anni con ipertensione arteriosa sistemica e dislipidemia, nessuna precedente ablazione.
Ricovero in cardiologia a Settembre 2020 per flutter atriale ad elevata risposta ventricolare ad insorgenza non databile, per cui iniziava terapia con NAO. CVE non effettuata per ripristino spontaneo del ritmo sinusale.
A Gennaio 2021 visita dal cardiologo di fiducia: diagnosi all’ECG di recidiva di flutter atriale ad elevata risposta ventricolare 2:1. Iniziava quindi terapia con cordarone 200 mg mattina e sera. Tentativo di cardioversione farmacologica inefficace, per cui veniva posta indicazione ad ablazione.
La mappa di attivazione evidenzia un flutter atipico sinistro, con la presenza di una linea di blocco anteriore adiacente alla RSPV ed una zona cicatriziale sempre in parete anteriore. Tale linea di blocco viene chiaramente e correttamente evidenziata da LUMIPOINT (split tool – doppi potenziali).
LUMIPOINT stesso evidenzia chiaramente la presenza di potenziali frammentati (Complex Tool) proprio nella porzione tra la linea di blocco e la zona cicatriziale anteriore, porzione evidenziata anche dall’attivazione semplice LUMIPOINT esattamente alla valle della Skyline (più piccola porzione di atrio attivata in un determinato periodo di tempo, quindi verosimilmente l’istmo critico della tachicardia).
Alcune applicazioni di RF nell’istmo critico sopra descritto, unitamente ad un drop di impedenza che raggiunge i 20 ohm ed una forza di contatto mediamente superiore a 10 g, interrompe l’aritmia.
L’utilizzo di LUMIPOINT, della forza di contatto e del Direct Sense ha consentito di comprendere completamente l’aritmia, minimizzare la terapia, massimizzarne l’efficacia e validare l’entità e la qualità delle lesioni effettuate tramite l’impedenza locale (Direct Sense).

Ultimi articoli

AIAC Trentino-Alto Adige ricorda il Professor Furlanello

"È sempre difficile e doloroso dare l’addio a chi ci lascia. Lo è, in modo speciale, se si tratta di nostri cari, amici e conoscenti che ci sono particolarmente vicini. Ma l’addio risulta doloroso anche se, chi se ne va, ha lasciato, nel suo cammino terreno, un’impronta speciale, significativa, riconoscibile." Il ricordo del professor Furlanello da parte del Direttivo AIAC Sezione Regionale Trentino-Alto Adige.

Leggi

AIAC saluta il Professor Francesco Furlanello

È venuto a mancare ai suoi cari ed alla Comunità Cardiologica Italiana ed Internazionale il Prof. Francesco Furlanello. L’Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione perde una figura carismatica che tanto impulso ha dato alla realizzazione, promozione e divulgazione dell’Aritmologia.

Leggi

La nuova Area Riservata dei soci AIAC: da oggi cambia il modo di vivere l’Associazione

Da oggi è attiva un’Area Riservata dedicata a tutti i soci AIAC. Tutti i soci AIAC per continuare a rimanere associati dovranno obbligatoriamente registrarsi ed accedere all’Area Riservata.

Leggi