Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Flutter incisionale con pregresso ictus ischemico

Ospedale Molinette, Torino

Il paziente è un uomo di 78 anni con angioaptia amiloide cerebrale ad elevato rischio emorragico e pregresso ictus ischemico. Effettuata plastica mitralica nel 2013 per insufficienza severa e persistenza di flutter atriale con necessità di terapia anticoagulante. Viene sottoposto ad ablazione per poter sospendere la terapia anticoagulante considerato il rischio di emorragia intracranica.

Con una mappa di attivazione a bassa densità, si evidenzia un’attivazione peri-tricuspidalica in senso antiorario compatibile con flutter istmo-dipendente tipico comune. Viene quindi ablato l’istmo ma l’aritmia persiste.

Si effettua nuova mappa di attivazione con sistema Rhythmia che mostra la presenza di un circuito peri-incisionale in parete laterale dell’atrio destro. Durante il mappaggio ad alta densità l’aritmia degenera in fibrillazione atriale. Si conferma la cicatrice in parete laterale e vengono ablati potenziali frammentati e organizzati sotto di essa con ripristino del ritmo sinusale.

Video a cura dei medici Ospedale Molinette – AOU Città della Salute e della Scienza di Torino

Ultimi articoli

Dal 17° Congresso AIAC il commento di Antonio D’Onofrio

La prima giornata del 17° Congresso Nazionale dell’AIAC si è conclusa ieri. Abbiamo raccolto il commento a caldo di…

Leggi

L’AIAC saluta il Professor Attilio Maseri

Il 3 settembre ci ha lasciati il Professor Attilio Maseri, un gigante della cardiologia mondiale. Il saluto dell’AIAC e di tutta la comunità aritmologica italiana.

Leggi

Correlazione tra sede anatomica di impianto dell’elettrocatetere e parametri elettrici nella stimolazione hisiana

Sul Journal of Electrocardiology è stato recentemente pubblicato uno studio sulla correlazione tra sede anatomica di impianto dell’elettrocatetere per la stimolazione hisiana e differenze nei parametri elettrici ottenuti in acuto.

Leggi