Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

LUMIPOINT: Easier and Faster

Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana Cisanello

In questo caso di REDO di FA, il LUMIPOINT è stato decisivo per indirizzare la terapia solo dove necessario.
Anche il workflow utilizzato è stato fondamentale: poiché il paziente è entrato in sala operatoria in FA, si è deciso di effettuare la cardioversione elettrica prima di effettuare la mappa elettroanatomica. A posteriori, questo ha consentito di effettuare solo lo stretto necessario per isolare nuovamente le vene.
Se fosse stata fatta la mappa di substrato durante FA infatti, molto probabilmente sarebbe stato necessario effettuare nuovamente l’encircling di tutto il gruppo delle vene di destra.
Analizzando la mappa di voltaggio in ritmo sinusale infatti, il gruppo delle vene di destra è indubbiamente riconnesso, ma non si capisce in alcun modo se e quanti gap ci siano.
Ultilizzando i due tool del LUMIPOINT dei doppi potenziali e dei potenziali complessi, con due click del mouse è stato individuato l’unico gap che riconnetteva tutto il gruppo delle vene di destra, nella porzione postero-inferiore della vena inferiore di destra.
Con poche erogazioni in questa porzione di tessuto, è stato ottenuto il risultato voluto.

Video a cura dei medici dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana Cisanello

Ultimi articoli

Impianto di pacemaker: tra rischi di complicanze e buone pratiche

L'impianto di un pacemaker può essere considerato un intervento rischioso? Qual è la reale incidenza di complicanze e quali sono gli accorgimenti che, se utilizzati, permettono di ridurne il rischio? Mauro Biffi risponde a queste domande nell'intervista realizzata durante l'ultimo Congresso AIAC e offre 3 consigli per i giovani aritmologi che stanno cominciando a impiantare pacemaker.

Leggi

I giovani italiani premiati all’EHRA Young EP ECG Contest

Tra le 10 nazioni che hanno partecipato alla finale del Contest, l’Italia, rappresentata da Giovanni Coluccia (Azienda Ospedaliera “Card. G. Panico”, Tricase), Lorenzo Mazzocchetti (Clinica Pierangeli di Pescara) e Andrea Giuseppe Porto (Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania) si è piazzata al secondo posto dopo l’Austria.

Leggi

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi