Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

L’utilizzo del Lumipoint e del Direct Sense nelle tachicardie ventricolari

Ospedale San Filippo Neri, Roma

Il paziente è un uomo di 80 anni anni, diabete, insufficienza renale, iperteso, pregresso infarto infero laterale nel 2014, con stent su circonflessa, neuropatia degli arti inferiori.

Fe 50% con progressiva riduzione durante tachicardia arrivata a 32%; all’ecocardiogramma acinesia parete postero laterale medio basale con segni di scare.

La tachicardia si presenta incessante con un ciclo di 582 ms, QRS largo con BBD e con emiblocco posteriore sinistro tollerata emodinamicamente dal paziente.

L’approccio utilizzato per mappare la tachicardia è stato sia transettale che retroaortico utilizzando come catetere mappante ad ultra alta densità l’Orion, che grazie agli elettrodi stampati ha permesso di individuare potenziali con voltaggio bassi.

Inoltre, il software LUMIPOINT ha permesso un’immediata identificazione dell’istmo della tachicardia dove si registravano potenziali frammentati; è stato poi effettuato l’Entrainement per validare il sito del circuito dell’aritmia.

L’ablazione è stata guidata dal catetere ablatore Intellanav MiFi OI e dal Direct Sense, con parametri di 50w e 23°, ottenendo l’interruzione con ottimi drop di impedenza, dopo pochi secondi di RF dell’aritmia.

È stata inoltre omogenizzata l’area dell’istmo della tachicardia, dove vi erano anche potenziali tardivi in ritmo sinusale, sempre guidata dal DS.

Per concludere è stata eseguita una stimolazione programmata ventricolare con quattro extrastimoli senza induzione dell’aritmia.

Video realizzato dai medici dall’Ospedale San Filippo Neri di Roma

Ultimi articoli

Nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria

Giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.00 è previsto un nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria: ad essere presentato, il libro “Il blocco percutaneo del ganglio stellato a scopo antiaritmico. Una guida pratica” a cura di Simone Savastano.

Leggi

Verso AIAC 2022

Le novità del prossimo Congresso Nazionale dell’Associazione Il 18° Congresso Nazionale AIAC…

Leggi

Lesioni cerebrali rilevate dalla RMN e funzione cognitiva dopo ablazione di fibrillazione atriale: lo studio AXAFA-AFNET 5

Pubblicati su Circulation i risultati di un’analisi dello studio AXAFA-AFNET 5 che ha valutato la prevalenza di lesioni cerebrali ischemiche rilevate mediante RMN dopo una procedura di ablazione di fibrillazione atriale parossistica eseguita senza interrompere l’anticoagulante orale.

Leggi