Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Confronto tra sistemi di crioablazione per l’isolamento delle vene polmonari: uno studio multicentrico

Lo scopo dello studio è comparare l’efficacia della procedura e i parametri biofisici del nuovo sistema POLARx con la quarta generazione attualmente in uso di Arctic Front Advance Pro (AFA-Pro). Si tratta del primo studio multicentrico che effettua questo confronto.

Nello studio di coorte sono stati inclusi 110 pazienti consecutivi. Tutti i pazienti sono stati sottoposti a crioablazione. Su un totale di 422 vene polmonari, l’isolamento in acuto è stato raggiunto nel 99.8% dei casi con risultati simili tra i due sistemi (POLARx: 99.5% vs. AFA-Pro: 100%, p=1.00).

Il tempo della procedura e quello e quello del pallone nel corpo e la quantità di contrasto sono stati maggiori nel gruppo POLARx. Ma dall’analisi della curva di apprendimento rispetto ai parametri procedurali, i risultati della seconda metà della coorte sono stati invece sovrapponibili.

La crioablazione con POLARx è stata associata a un tempo più breve alla temperatura del pallone -30° C e -40° C, a una temperatura di nadir più bassa,e un tempo di scongelamento più lungo fino a 0° C.

Il TTI è stato registrato nel 93.1% dei casi del gruppo POLARx contro il 79.6% di AFA (p <0.001). Ma comunque non ci sono state differenze nel TTI tra i due sistemi. POLARx è stato associato a una temperatura inferire del pallone rispetto ad AFA-Pro.

Sempre con POLARx la crioablazione in acuto è stata associata ad occlusione delle vene polmonari di grado più elevato

In sintesi, dallo studio emerge che POLARx ha un’efficacia simile e un profilo di sicurezza comparabile con AFA-Pro, con una breve curva di apprendimento.

Bibliografia

Yap SC, Anic A, Breskovic T, Haas A, Bhagwandien RE, Jurisic Z, Szili-Torok T, Luik A. Comparison of procedural efficacy and biophysical parameters between two competing cryoballoon technologies for pulmonary vein isolation: Insights from an initial multicenter experience. J Cardiovasc Electrophysiol 2021 ;32(3):580-587. doi: 10.1111/jce.14915. Epub 2021 Feb 1.

Ultimi articoli

Quali sono i bisogni formativi dei soci AIAC? Rispondi al questionario

Al fine di rispondere sempre al meglio alle richieste formative dei soci, AIAC propone un questionario per indagare i fabbisogni formativi per l’anno 2022.

Leggi

RI-AIAC: obiettivi, novità e implicazioni cliniche dei risultati dello studio

Pubblicati sul Journal of Personalized Medicine i risultati del RI-AIAC, registro multicentrico, prospettico osservazionale sulle infezioni dei CIED. Abbiamo chiesto al Professor Giuseppe Boriani, direttore di AIAC Ricerca, qual è l'importanza di questo registro promosso dall'AIAC e quali sono le implicazioni cliniche dei suoi risultati.

Leggi

Defibrillatore indossabile: evidenze, esperienze e nuove potenzialità d’uso

Terapia ormai consolidata negli Stati Uniti e in molti paesi Europei, il defibrillatore indossabile (WCD)…

Leggi