Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Procedura di isolamento delle vene polmonari con catetere mini-basket Orion

catetere mini-basket

L’utilizzo di un catetere mini-basket è sufficiente per ottenere un adeguato isolamento delle vene polmonari. È quanto emerge da uno studio pubblicato su Heart Rhythm, i cui risultati mostrano inoltre che l’impiego di questa tecnologia si associa a una migliore registrazione dei potenziali delle vene polmonari dopo un’ablazione incompleta (1).

Lo studio ha messo a confronto i segnali registrati nelle vene polmonari attraverso un catetere mini-basket Orion o un tradizionale catetere multielettrodo circolare Lasso in un gruppo di 12 pazienti sottoposti ad ablazione con sistema di mappaggio Rhythmia. In particolare, entrambe le tecnologie sono state posizionate simultaneamente a livello della giunzione tra atrio sinistro e vene polmonari di tutti i soggetti, così da poter rilevare l’attività alla baseline e dopo la procedura.

Alla baseline le registrazioni effettuate mediante i due strumenti sono risultate tra loro concordi. Al contrario, dopo la procedura di isolamento delle vene polmonari la concordanza tra segnali registrati catetere mini-basket Orion e un catetere multielettrodo tradizionale Lasso è risultata pari solo al 68%. In tutti i casi questa discordanza era dovuta a una non rilevazione di potenziali da parte del catetere multielettrodo circolare Lasso, invece correttamente rilevati dal catetere mini-basket Orion. In 9 vene polmonari su 13 (69%) questi segnali rappresentavano veri potenziali delle vene polmonari, mentre nei restanti 4 casi (31%) erano costituiti da pseudo-potenziali potenziali originati da strutture limitrofe.

Bibliografia
1. Anter E, Tschabrunn CM, Contreras-Valdes FM, et al. Pulmonary vein isolation using the Rhythmia mapping system: Verification of intracardiac signals using the Orion mini-basket catheter. Heart Rhythmia 2015; 12: 1927 – 1934.

Ultimi articoli

Il Professor Roberto De Ponti è il nuovo Direttore di AIAC Ricerca

In occasione della riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12 settembre scorso è stato nominato il nuovo Direttore di AIAC Ricerca per il prossimo quadriennio nella persona del Prof. Roberto De Ponti.

Leggi

Elisa Ebrille nominata EHRA Young Ambassador

Nella riunione del Consiglio Direttivo Nazionale del 12/09/22 il Consiglio ha nominato la Dott.ssa Elisa Ebrille (Ospedale Maria Vittoria, ASL Città di Torino, Torino) "EHRA Young Ambassador".

Leggi

Novità dal Congresso ESC 2022: le nuove linee guida sulle aritmie ventricolari e prevenzione della morte cardiaca improvvisa

Durante il recente Congresso ESC 2022 che si è tenuto a Barcellona lo scorso 26-29 agosto, sono state presentate le nuove linee guida ESC sulla gestione dei pazienti con aritmie ventricolari e sulla prevenzione della morte cardiaca improvvisa.

Leggi