Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Wolff-Parkinson-White: Rhythmia semplifica l’ablazione delle vie accessorie

Wolff-Parkinson-White

È stato pubblicato sul Journal of Interventional Cardiac Electrophysiology il caso di un uomo di 20 anni con sindrome di Wolff-Parkinson-White, sottoposto ad ablazione transcatetere. Il paziente era andato incontro a recidive dopo due sessioni precedenti per più vie accessorie con sospetta anomalia di Ebstein. Lo studio elettrofisiologico lo studio ha confermato la diagnosi di via accessoria posterolaterale destra.

Un catetere basket a 64 poli è stato condotto nell’atrio destro ed è stata eseguita una mappatura automatizzata utilizzando il sistema Rhythmia. La mappa di attivazione ha permesso di determinare chiaramente il primo punto breakthrough a livello del sito posterolaterale del ventricolo destro. Non sono state rilevate altre tachicardie da vie accessorie o sopraventricolari.

L’ablazione è stata effettuata utilizzando un catetere non irrigato con punta da 4 mm e la via accessoria residua è scomparsa entro 1 secondo in seguito alla prima eorgazione di energia con una potenza di 30 W. Al follow-up di 2 mesi, il paziente era libero da qualsiasi aritmia e l’esame elettrocardiografico non mostrava evidenze di una sindroma di Wolff-Parkinson-White.

La mappatura ad alta risoluzione con sistema Rhythmia può quindi fornire un’immagine automatizzata di alta qualità della propagazione attraverso le vie accessorie, semplificando le procedure di ablazione delle vie accessorie.  

Bibliografia

1. Yanagisawa S, Inden Y, Fujii A, et al. Identification of precise accessory pathway using ultra-high-resolution three-dimensional mapping system: utility and feasibility in preliminary experience. Journal of Interventional Cardiac Electrophysiology (2019) 55:241–242.

Ultimi articoli

Impatto delle 5 ondate della pandemia COVID-19 sull’attività dei centri aritmologici italiani: la nuova pubblicazione AIAC Ricerca

Guarda il video con i commenti del dottor Antonio D’Onofrio, Presidente AIAC, del professor Giuseppe Boriani, primo autore del lavoro e past director di AIAC Ricerca, e del professor Roberto De Ponti, attuale Direttore di AIAC Ricerca.

Leggi

XVIII Congresso Nazionale AIAC 2022: le relazioni sono online

Disponibili online le registrazioni video delle relazioni accreditate del XVIII Congresso Nazionale AIAC 2022.

Leggi

Ablazione di TV in pazienti con ICD, prima è meglio: il PARTITA trial

In occasione del 18° Congresso Nazionale AIAC abbiamo incontrato il Professor Paolo Della Bella (Unità Operativa di Aritmologia ed Elettrofisiologia, IRCCS Ospedale San Raffaele, Milano) e gli abbiamo chiesto di commentare i risultati del PARTITA trial recentemente pubblicato su Circulation.

Leggi