Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

#IoRestoaCasa con HeartLogic, attivazioni gratuite durante il lockdown

I pazienti affetti da scompenso cardiaco sono stati inclusi nei gruppi di soggetti più a rischio di contagio e di prognosi infausta per infezione da Covid-19. A seguito del lockdown l’Ospedale Giovanni Paolo II di Ragusa ha rafforzato – anche grazie all’iniziativa #IoRestoaCasa con HeartLogic – l’utilizzo del monitoraggio remoto per permettere ai pazienti di rispettare le restrizioni imposte e limitare le possibilità di contagio. Antonino Nicosia, Direttore della Struttura Complessa di Cardiologia – Emodinamica – descrive l’esperienza del centro.

Scarica i risultati della survey di gradimento del servizio offerto

Ultimi articoli

Pacemaker bicamerale: un’intramontabile terapia per la maggior parte delle bradiaritmie

Pietro Palmisano e Renato Ricci ripercorrono la storia dei pacemaker bicamerali per il trattamento delle bradiaritmie.

Leggi

Telemedicina, quali indicazioni dalla conferenza Stato-Regioni?

L'intervista a Gabriele Zanotto sul documento relativo alle indicazioni da adottare a livello nazionale per l'erogazione delle prestazioni in telemedicina.

Leggi

Gestione clinica dello storm aritmico: una revisione della letteratura

Una revisione della letteratura sulla gestione clinica dello storm aritmico, a cura dall’Area Ablazione della Tachicardia Ventricolare dell’AIAC.

Leggi