Notizie e commenti

A Bologna, all’XI Congresso AIAC

Come tradizione vuole il Congresso AIAC di Bologna ha ben rappresentato la fervida attività culturale di una società scientifica impegnata attivamente nell’education e aggiornamento e nella promozione dei giovani cardiologi. Ci sono stati molti più iscritti dall’anno precedente; 170 relatori coinvolti nei 28 simposi che si sono svolti nelle due giornate congressuali dedicate tanto a cardiologi e aritmologi quanto a infermieri e tecnici. Da ricordare la lettura magistrale del professor Luigi Tavazzi sullo scompenso cardiaco che è stato il leitmotiv di questa edizione del congresso e le numerose presentazioni di livello eccelso. L’innovazione tecnologica è stata molto seguita. “Sono state sessioni in cui tutti hanno potuto imparare qualcosa”, commenta Luigi Padeletti che al Congresso ha passato il testimone della presidenza al suo successore Gianluca Botto.

14 marzo 2014

Ultimi articoli

Pacemaker bicamerale: un’intramontabile terapia per la maggior parte delle bradiaritmie

Pietro Palmisano e Renato Ricci ripercorrono la storia dei pacemaker bicamerali per il trattamento delle bradiaritmie.

Leggi

Telemedicina, quali indicazioni dalla conferenza Stato-Regioni?

L'intervista a Gabriele Zanotto sul documento relativo alle indicazioni da adottare a livello nazionale per l'erogazione delle prestazioni in telemedicina.

Leggi

Gestione clinica dello storm aritmico: una revisione della letteratura

Una revisione della letteratura sulla gestione clinica dello storm aritmico, a cura dall’Area Ablazione della Tachicardia Ventricolare dell’AIAC.

Leggi