Notizie e commenti

I dati dal registro IMPACT sulle complicanze legate ai CIED

“Un’iniziativa AIAC che origina da quella che era la vecchia area AIAC Giovani per il Pacing e si propone come scopo principale quello di valutare le complicanze legate all’impianto di qualsiasi tipo di device”. Dei risultati del registro IMPACT, che ha reclutato i pazienti di sei centri ad alto volume, ci ha parlato, in occasione del Meeting 2018 dell’European Society of Cardiology, Federico Guerra della Clinica di Cardiologia e Aritmologia degli Ospedali Riuniti di Ancona.

Gli elementi di novità del registro sono costituiti dalla lunghezza del prima fase di follow-up (di circa 5 anni) e dalla volontà di prendere in considerazione tutte le complicanze associate alla gestione dei dispositivi, anche quelle definite come minori o meno importanti.

“Il primo dato che emerge è che le complicanze date dall’impianto di un dispositivo impattano sulla mortalità cardiovascolare e non sulla mortalità per tutte le cause”, spiega Guerra. “Se però andiamo a dividere tra le complicanze cosiddette precoci (quelle entro 30 giorni dall’impianto) e quelle tardive, le complicanze precoci sono in grado di predire sia la mortalità cardiovascolare che quella per tutte e cause“.

Di seguito, una presentazione riassuntiva delle caratteristiche e dei risultati del registro IMPACT:

 

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi

Blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico: lo studio STAR

Lo storm aritmico è un'emergenza clinica con scarse opzioni terapeutiche. Lo studio STAR (STellate ganglion block for Arrhythmic stoRm), è un importante studio multicentrico italiano, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’European Journal of Cardiology, sulla sicurezza e l’efficacia del blocco percutaneo del ganglio stellato nel trattamento dello storm aritmico.

Leggi