Notizie e commenti

HTA oggi, per una moderna sanità pubblica

Intervista video a Massimo Santini, Presidente World Society of Arrhythmias.

Lo sviluppo di sistemi di automatici di monitoraggio remoto dei pazienti portatori di pacemaker e defibrillatori automatici sta cambiando notevolmente sia la qualità dell’assistenza sia i carichi di lavoro dei professionisti (medici e infermieri). Ad oggi diversi paesi della Comunità europea hanno implementato e promosso il largo uso di questa tecnologia formalizzando un rimborso economico della prestazione. Al convegno Convegno “HTA oggi: opportunità e problematiche per una moderna sanità pubblica” si è discusso dei benefici clinici ed economici della prestazione e del quadro normativo vigente nel nostro Paese che al momento penalizza la diffusione di questa tecnologia.

23 gennaio 2014

Altre interviste

Rimborsabilità del monitoraggio remoto: la proposta AIAC. Intervista video a Fabrizio Ammirati, Direttore UOC Cardiologia – Ospedale GB Grassi, Ostia (RM).

Il monitoraggio remoto nei fatti. Intervista video a Renato Ricci, Area Telecardiologia dell’Associazione Italiani di Aritmologia e Cardiostimolazione, ACO San Filippo Neri di Roma.

Ultimi articoli

Il supporto cardiopolmonare durante l’ablazione della TV emodinamicamente instabile: ruolo dell’inducibilità

Pubblicati recentemente sulla rivista Frontiers in Cardiovascular Medicine i risultati di un’esperienza italiana sull’utilizzo del supporto cardiopolmonare con ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO) durante l'ablazione transcatetere di tachicardie ventricolari sostenute (TV).

Leggi

Ruolo prognostico dell’edema miocardico evidenziato in fase acuta dalla risonanza magnetica cardiaca in pazienti sopravvissuti ad un arresto cardiaco extra-ospedaliero: uno studio multicentrico

Sul Journal of the American Heart Association sono stati pubblicati i risultati di una ricerca, promossa dall’Area Giovani per la Ricerca dell’AIAC, che ha coinvolto 9 centri italiani con l’obiettivo di valutare quale fosse il ruolo dell’edema miocardico alla RMC nel predire le recidive aritmiche durante il follow-up.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale con alta potenza e breve durata: caratterizzazione biofisica delle lesioni

Pubblicato su Pacing and Clinical Electrophysiology uno studio che aveva l’obiettivo di chiarire il contributo della forza di contatto e della temperatura e la loro interrelazione nel creare una lesione adeguata con un catetere per ablazione vHPSD (very high-power short-duration).

Leggi