Notizie e commenti

Il consenso informato in età pediatrica

Intervista video a Fabrizio Drago, Direttore Cardiologia pediatrica, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Area Aritmologia Pediatrica AIAC

Una delle complessità nella pratica aritmologica è il consenso informato in età pediatrica che chiama in causa tre attori: il medico, i genitori e il paziente minore.

Il compito del medico è guidare i genitori o il tutore nella decisione che si trova a dover prendere per il proprio figlio malato. Innanzitutto, ha spiegato Fabrizio Drago al XIII Congresso AIAC, serve innanzitutto capire chi è l’interlocutore, che tipo di informazione dare e a quale livello dovendo fare capire qual è il decorso della malattia e perché si  è arrivato al punto di dover scegliere per una procedura interventistica piuttosto che per un’altra, e cosa può accadere dopo la procedura.  Un altro punto delicato e complesso è il coinvolgimento e la partecipazione attiva del paziente a vario livello in relazione all’età. “L’acquisizione del consenso informato non può essere un atto immediato. Quando è possibile serve lasciare il giusto tempo per scelte informate e condivise”.

Ultimi articoli

Survey promossa dall’Area Bioetica dell’AIAC: il report

Il report a cura di Carlo Pignalberi con i risultati della survey AIAC sui temi della bioetica e sulle attività dell'Area AIAC dedicata.

Leggi

COVID-19, la testimonianza dell’Ospedale Maggiore di Crema

L’esperienza dell'Ospedale di Crema, che nell'incertezza dell'emergenza ha dovuto imparare a gesitre al meglio l'organizzazione della struttura sanitaria.

Leggi

Quote di iscrizione agevolate per il Congresso Nazionale AIAC 2020

Alla luce dell'epidemia di coronavirus l'AIAC ha deciso di agevolare le iscrizioni al prossimo Congresso Nazionale, mantenendo la sola quota Early.

Leggi