Notizie e commenti

La salute cardiovascolare degli italiani

Intervista video a Simona Giampaoli, Istituto Superiore di Sanità, e Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare ASS4 Medio Friuli.

L’Istituto Superiore di Sanità, l’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri (ANMCO) e la Fondazione “per il Tuo cuore”/Heart Care Foundation hanno realizzato nei quadrienni 1998-2002 e 2008-2012 due ampie indagini per valutare la salute cardiovascolare della popolazione generale adulta in Italia. I dati raccolti attraverso un esame accurato in campioni di popolazione sono stati presentati nel “Terzo Atlante Italiano delle Malattie Cardiovascolari”, recentemente pubblicato sul Giornale Italiano di Cardiologia.

“Nel loro complesso si tratta di informazioni preziose, che danno un quadro generale dell’Italia e che diventeranno anch’esse, come le precedenti, punto di riferimento per i vari operatori e programmatori della salute pubblica.”

Come sono cambiati gli stili di vita, la distribuzione dei fattori di rischio cardiovascolare, la prevalenza delle condizioni a rischio, il rischio cardiovascolare e la prevalenza delle malattie cardiovascolari degli italiani in 10 anni?

28 luglio 2014

Il documento

Presentazione del Terzo Atlante Italiano delle Malattie Cardiovascolari (edizione 2014). G Ital Cardiol 2014; 15 (4 Suppl. 1): 5S.

Ultimi articoli

Nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria

Giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.00 è previsto un nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria: ad essere presentato, il libro “Il blocco percutaneo del ganglio stellato a scopo antiaritmico. Una guida pratica” a cura di Simone Savastano.

Leggi

Verso AIAC 2022

Le novità del prossimo Congresso Nazionale dell’Associazione Il 18° Congresso Nazionale AIAC…

Leggi

Lesioni cerebrali rilevate dalla RMN e funzione cognitiva dopo ablazione di fibrillazione atriale: lo studio AXAFA-AFNET 5

Pubblicati su Circulation i risultati di un’analisi dello studio AXAFA-AFNET 5 che ha valutato la prevalenza di lesioni cerebrali ischemiche rilevate mediante RMN dopo una procedura di ablazione di fibrillazione atriale parossistica eseguita senza interrompere l’anticoagulante orale.

Leggi