Notizie e commenti

La top 20 di RIP&RID web

La lista dei primi 20 Centri aritmologici italiani che nel 2014 hanno inserito nel Registro italiano pacemaker e defibrillatori il numero più alto di impianti.

I Registri stanno diventando una necessità, riconosciuta anche dal Ministero, per identificare le necessità dei pazienti sul territorio nazionale e la gestione ottimale delle risorse. Il RIP&RID è in grado di fornire non solo informazioni sul consumo dei dispositivi, ma anche sulle indicazioni e durata degli stessi, permettendo anche di creare applicazioni statistiche utili ai Centri sia per la gestione di dati clinici che amministrativi in tempo reale.

Il RIP&RID informatizzato velocizza e semplifica l¹inserimento dei dati, pertanto per lo sviluppo del progetto è importante aumentare la copertura del Registro informatizzato sul territorio ed è fondamentale il contributo ed il coinvolgimento di tutti i Centri.

Da gennaio sono stati inseriti più di 8.700 nuovi impianti grazie alla collaborazione dei Centri iscritti. Per incentivare ad una maggior aderenza possibile, verranno periodicamente pubblicati i nomi dei Centri con le migliori “performance”.

Di seguito pubblichiamo lista dei primi 20 Centri con il numero più alto di impianti inseriti via web nel 2014 (dati dal 01.07.2014 al 21.08.2014).

 CENTROREGIONE
1Az. Ospedaliero-Universitaria UdineFriuli Venezia giulia
2Az. Ospedaliero-Universitaria TriesteFriuli Venezia giulia
3Azienda Ospedaliera Vito FazziPuglia
4Azienda Ospedaliera PordenoneFriuli Venezia giulia
5Az. ospedaliera Giuseppe BrotzuSardegna
6Az. Ospedaliero-Universitaria CarreggiToscana
7Ospedale San ValentinoVeneto
8Ospedale S. M. AnnunziataToscana
9AOU Maggiore della carità – NovaraPiemonte
10Ospedale G.B. Grassi – RomaLazio
11Ospedale S.Croce e CarlePiemonte
12Az. Ospedaliera Card. G. Panico – TricasePuglia
13Fondazione IRCCS Ca’ GrandaLombardia
14Osp. S. AndreaPiemonte
15Az.Ospedaliero-Universitaria V.EmanueleSicilia
16Ospedale San LuccaToscana
17Cliniche Humanitas GavazzeniLombardia
18Ospedale Guglielmo da SalicetoEmilia-Romagna
19Az.Ospedaliera Desio-VimercateLombardia
20Ospedale Santo Spirito in SassiaLazio

 

I dati raccolti tramite il sito del Registro RIP&RID vengono elaborati assieme a quelli pervenuti in formato cartaceo dall’IRCAB (Istituto Di Ricerche Cliniche Applicate E Di Base).
A breve verrà pubblicata anche la lista dei primi 20 centri sulla base degli impianti inseriti via Web rispetto alla media degli impianti inseriti nel Registro nei tre anni precedenti (Dati elaborati IRCAB).

Alessandro Proclemer e  Massimo Zecchin
Registro Italiano Pacemaker e Defibrillatori

Ultimi articoli

Scadenze crediti ECM per il professionista sanitario

Di seguito si riporta un promemoria circa le scadenze in ambito ECM, che ogni professionista è tenuto ad osservare, per disposizioni nazionali.

Leggi

Il supporto cardiopolmonare durante l’ablazione della TV emodinamicamente instabile: ruolo dell’inducibilità

Pubblicati recentemente sulla rivista Frontiers in Cardiovascular Medicine i risultati di un’esperienza italiana sull’utilizzo del supporto cardiopolmonare con ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO) durante l'ablazione transcatetere di tachicardie ventricolari sostenute (TV).

Leggi

Ruolo prognostico dell’edema miocardico evidenziato in fase acuta dalla risonanza magnetica cardiaca in pazienti sopravvissuti ad un arresto cardiaco extra-ospedaliero: uno studio multicentrico

Sul Journal of the American Heart Association sono stati pubblicati i risultati di una ricerca, promossa dall’Area Giovani per la Ricerca dell’AIAC, che ha coinvolto 9 centri italiani con l’obiettivo di valutare quale fosse il ruolo dell’edema miocardico alla RMC nel predire le recidive aritmiche durante il follow-up.

Leggi