Notizie e commenti

NAO, paziente anziano e ablazione

Giuseppe Boriani, dell’Università di Bologna e del Policlinico S. Orsola, fa il punto sull’utilizzo dei nuovi anticoagulanti orali nei pazienti anziani con fibrillazione atriale non valvolare e sul loro impiego nell’ablazione transcatetere.

“La mole di dati raccolti ci rende fiduciosi circa l’impatto di queste molecole nella pratica clinica”, ha commentato all’ESC Congress 2015.

Una sotto-analisi dello studio ARISTOTLE presentata al congresso europeo ha fornito ulteriori elementi sulla sicurezza sull’apixaban nei pazienti over80 con fibrillazione atriale non valvolare. Anche il paziente anziano con fibrillazione atriale in terapia con apixaban che deve sottoporsi a impianto o sostituzione di pacemaker è di facile gestione.

Circa l’impiego di apixaban nei pazienti candidati all’ablazione transcatetere nuove evidenze confermano che l’apixaban è una valida alternativa al warfarin: le complicanze sono molto basse, pertanto l’ablazione si può eseguire anche nei pazienti già in terapia con apixaban, somministrando l’eparina prima della procedura, con ottimi dati di affidabilità e sicurezza.

20 settembre 2015

Bibliografia

Alexander J, et al. Stroke and Bleeding Outcomes with Apixaban versus Warfarin in Patients with High Creatinine, Low Body Weight or High Age Receiving Standard Dose Apixaban for Stroke Prevention in Atrial Fibrillation. Abstract n.2032, Session Advances in Science, ESC Congress 2015.

Di Biase L, et al. Uninterrupted apixaban administration during ablation of non paroxysmal atrial fibrillation: feasibility and safety. European Heart Rhythm Society, Cardiostim: EHRA EUROPACE – CARDIOSTIM 2015.

Ultimi articoli

Impatto della pandemia COVID-19 sull’uso del monitoraggio remoto in Italia: la survey AIAC

Sul Journal of Clinical Medicine sono stati pubblicati i risultati della survey AIAC sull'impatto della pandemia COVID-19 sulla diffusione del monitoraggio remoto dei dispositivi cardiaci impiantabili e della telecardiologia in Italia.

Leggi

ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione

Sono stati pubblicati su Pacing and Clinical Electrophysiology i risultati di un’esperienza multicentrica italiana sull'efficacia e la sicurezza di un ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione.

Leggi

Gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia: la survey AIAC

I risultati di una survey a diffusione nazionale promossa dall’Area “Raggi Zero” dell’AIAC sulla gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia sono stati recentemente pubblicati sul Journal of Cardiovascular Medicine.

Leggi