Notizie e commenti

Siamo stati all'EHRA 2015

La grande Milano ha ospitato uno degli appunti internazionali annuali più attesi in elettrofisiologia: EHRA Europace Cardiostim 2015. Un record di affluenza con 6000 partecipanti, non solo europei, a conferma del potere di attrazione di questo prestigioso evento.

Le quattro giornate congressuali hanno rappresentato un’occasione importante per confrontarsi sui risultati delle nuove ricerche da trasferire nella pratica clinica e per presentare il meglio delle nuove tecnologie mediche del settore. Argomenti interessanti con un buon livello di interazione e casi di live surgery in diretta dalle sale di elettrofisiologia.

Tra i protagonisti dell’evento i giovani colleghi vincitori dell’EHRA Training Fellowships 2015.

Ai microfoni di Aiac.it

Paolo Della BellaI punti di forza del congresso europeo
Paolo Della Bella, Ospedale San Raffaele di Milano
 
 
 
 
Antonio CurnisInnovazione all’EHRA 2015: estrazioni elettrocateteri
Antonio Curnis Spedali Riuniti di Brescia, Università di Brescia
 
 
 
 
Daniela DugoUna giovane italiana premiata all’EHRA 2015
Daniela Dugo, Ospedale Ferrarotto di Catania
 
 
 
 
Sergey KrivolapovEHRA 2015: from Siberia to Italy
Sergey Krivolapov, Tomsk Research Center, Russia
 
 
 
 
Per saperne di più…
Il sito web del congresso
Il post di John Mandrola, elettrofisiologo e blogger
Le notizie su Medscape

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi