Notizie e commenti

Storm aritmico e blocco percutaneo del ganglio stellato

Intervistato in occasione del XVI Congresso Nazionale dell’AIAC, Enrico Baldi – cardiologo della Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia e dell’Università degli Studi di Pavia – ha descritto il suo studio sull’impiego della tecnica del blocco percutaneo del ganglio stellato di sinistra nel trattamento dello storm aritmico refrattario, che gli è valso il Premio Giuseppe Maccabelli.

Questo riguardava il blocco percutaneo del ganglio stellato di sinistra, effettuato mediante somministrazione di un anestetico locale a livello del tubercolo anteriore della vertebra C6, in modo da ottenere un effetto antiaritmico. Sono stati coinvolti 5 pazienti con diverse patologie di base, dall’infarto acuto alla displasia aritmogena del ventricolo sinistro, i quali sono stati tutti trattati efficacemente mediante questa procedura con un azzeramento delle aritmie.

“Il nostro Centro ha istituito un corso per gli operatori per poter imparare questa tecnica”, ha concluso Baldi. Per avere maggiori informazioni sul corso, della durata di una giornata e destinato anche ai cardiologi di altri centri, è possibile scrivere a enrico.baldi@unipv.it

 

 

 

Ultimi articoli

Scadenze crediti ECM per il professionista sanitario

Di seguito si riporta un promemoria circa le scadenze in ambito ECM, che ogni professionista è tenuto ad osservare, per disposizioni nazionali.

Leggi

Il supporto cardiopolmonare durante l’ablazione della TV emodinamicamente instabile: ruolo dell’inducibilità

Pubblicati recentemente sulla rivista Frontiers in Cardiovascular Medicine i risultati di un’esperienza italiana sull’utilizzo del supporto cardiopolmonare con ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO) durante l'ablazione transcatetere di tachicardie ventricolari sostenute (TV).

Leggi

Ruolo prognostico dell’edema miocardico evidenziato in fase acuta dalla risonanza magnetica cardiaca in pazienti sopravvissuti ad un arresto cardiaco extra-ospedaliero: uno studio multicentrico

Sul Journal of the American Heart Association sono stati pubblicati i risultati di una ricerca, promossa dall’Area Giovani per la Ricerca dell’AIAC, che ha coinvolto 9 centri italiani con l’obiettivo di valutare quale fosse il ruolo dell’edema miocardico alla RMC nel predire le recidive aritmiche durante il follow-up.

Leggi