Notizie e commenti

Battuta d’arresto per il Ddl Gelli

Il 2 novembre, con l’approvazione Commissione Igiene e Sanità di Palazzo Madama, il Ddl 2224 sulla responsabilità professionale del personale sanitario (il cosiddetto “Ddl Gelli”) era passato all’esame dei senatori, prima di tornare alla Camera per il via libera definitivo. Le organizzazioni sindacali della dirigenza medica e sanitaria dipendente del Ssn hanno espresso un giudizio sostanzialmente positivo nei confronti del provvedimento. 

“Un provvedimento – aveva sottolineato Emilia Grazia De Biasi, la presidente della XII Commissione – che risponde alle sacrosante esigenze di tutela e di sicurezza dei cittadini e, nello stesso tempo, di sicurezza e dignità dell’intero mondo delle professioni sanitarie. Si tratta di una norma di civiltà che permette ai professionisti di svolgere il loro lavoro con maggiore serenità, lasciando inalterate le tutele per i pazienti.”

Il lungo iter del decreto di sarebbe dovuto concludere entro la fine di novembre. Ma niente da fare per l’ultimo passaggio, ci aggiorna il Quotidiano Sanità: “La scorsa settimana erano stati approvati gli articoli 1, 2, 3 e 5. Accantonato il 4. Alla ripresa dei lavori oggi (ndr: 24 novembre), però, dopo l’approvazione degli articoli 6 e 7, oltre che di due Ordini del giorno, è venuto meno il numero legale e il prosieguo dell’esame degli emendamenti del disegno di legge è stato nuovamente rinviato, questa volta al 6 dicembre.”

La presidente della commissione Sanità ha disapprovato questa pausa nello svolgimento dei lavori a un solo passo dall’approvazione definitiva di un provvedimento atteso da decenni.

Francesco Melandri
Chairman Area AIAC Responsabilità medica e rischio assicurativo

Ultimi articoli

Impatto della pandemia COVID-19 sull’uso del monitoraggio remoto in Italia: la survey AIAC

Sul Journal of Clinical Medicine sono stati pubblicati i risultati della survey AIAC sull'impatto della pandemia COVID-19 sulla diffusione del monitoraggio remoto dei dispositivi cardiaci impiantabili e della telecardiologia in Italia.

Leggi

ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione

Sono stati pubblicati su Pacing and Clinical Electrophysiology i risultati di un’esperienza multicentrica italiana sull'efficacia e la sicurezza di un ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione.

Leggi

Gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia: la survey AIAC

I risultati di una survey a diffusione nazionale promossa dall’Area “Raggi Zero” dell’AIAC sulla gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia sono stati recentemente pubblicati sul Journal of Cardiovascular Medicine.

Leggi