Notizie e commenti

I grandi del NEJM sono poco social?

Su YouTube i funerali di Whitney Houston sono cliccatissimi. Mentre le interviste a nomi autorevoli della medicina fanno poca audience. I medici quanto sanno usare i social media? Se lo chiede Larry Husten nel suo blog.

“Date un’occhiata a questo screenshot from YouTube”, scrive Larry Husten.

  • Jim Ware, il leggendario biostatistico del New England Journal of Medicine: 8 visualizzazioni.
  • Jerome Kassirer, Marcia Angell e Arnold Relman, ex-direttori del New England Journal of Medicine: 36, 28 e 257 visualizzazioni.
  • I funeral di Whitney Elizabeth Houston: 994,920 visualizzazioni
  • Una scimmia gelosa, un esemplare maschio alfa, attacca l’uomo: 2,135,280 visualizzazioni.

“Traete le vostre conclusioni”, commenta Larry Husten. La sua impressione è questa: “dobbiamo capire come possiamo utilizzare i social media meglio di quanto facciamo ora?”

La vostra conclusione?

Il post di Larry Husten

Letture consigliate

E. Santoro. Web 2.0 e social media in medicina.Roma: Il Pensiero Scientifico Editore, 2011
E. Santoro. Facebook, Twitter e la medicina. Roma: Il Pensiero Scientifico Editore, 2011
A. Tozzi. Smartphone, iPad, e-book per il medico. Roma: Il Pensiero Scientifico Editore, 2011

Ultimi articoli

Sincope vasovagale: il webinar

L'Area Radioablazione e Neuromodulazione di AIAC presenta il webinar "Sincope vasovagale" che si terrà online il 6 giugno 2024 dalle ore 16.00 alle ore 17.30. Scarica il programma con il link per il collegamento.

Leggi

Ricordo del prof. Giuseppe Oreto

Il ricordo del prof. Giuseppe Oreto a firma di Gaetano Satullo che ne ripercorre la cultura, la poliedricità e la genialità attraverso il racconto di una storia lunga 40 anni.

Leggi

I Convegno Nazionale AIAC Giovani – L’integrazione delle conoscenze di aritmologia clinica ed interventistica nel trattamento del paziente comorbido

Il 24 e 25 maggio 2024 si terrà a Napoli, presso l’Hotel NH Napoli Panorama il primo Convegno Nazionale AIAC Giovani, dal titolo “L’integrazione delle conoscenze di aritmologia clinica ed interventistica nel trattamento del paziente comorbido”.

Leggi