Notizie e commenti

Il seminario online dell'HRS sul monitoraggio remoto

È oggi fruibile in un webinar di 60 minuti l’Expert Consensus Statement “On Remote Interrogation and Monitoring of Cardiovascular Implantable Electronic Devices” della Heart Rhythm Society (HRS).

Il webinar – accessibile da questa pagina – è gratuito per i membri HRS e dà diritto a crediti formativi (è previsto un contributo per i non membri HRS).

Il monitoraggio remoto rappresenta oggi lo standard di cura per il follow-up dei pazienti con dispositivo cardiaco impiantabile e deve essere offerto a tutti i pazienti dopo l’impianto. È questo il messaggio chiave che emerge dal documento di consenso dell’HRS pubblicato sulla rivista Heart Rhythm nel 2015 (1).

Il webinar riprende in maniera sintetica tutti gli aspetti del monitoraggio remoto analizzati nel documento, sottolineandone i punti essenziali. La presentazione include una sintesi della tecnologia disponibile e dà ampio risalto alle evidenze scientifiche, quali emergono dai trial randomizzati e dai grandi registri. Vengono sottolineati gli aspetti organizzativi e gestionali con la definizione di ruoli e responsabilità. Particolare risalto viene dato alla necessità di modificare i flussi di lavoro e alla eduzione del paziente per il ruolo critico che egli gioca nel nuovo contesto. Vengono inoltre discussi i problemi di interconnettività e le prospettive tecnologiche in tal senso. Al termine vengono sintetizzate le raccomandazioni relative sia al monitoraggio del dispositivo che alla gestione globale del paziente.

Nella parte finale del webinar vengono riportate le raccomandazioni relative a programmazione e test dei defibrillatori impiantabili, tratte dall’Expert Consensus Statement For Optimal Implantable Cardioverter Defibrillator Programming and Testing della Heart Rhythm Society (HRS).

Bibliografia
Slotwiner D (chair), Varma N (co-chair), Akar JG, et al. HRS Expert Consensus Statement on remote interrogation and monitoring for cardiovascular implantable electronic devices. Heart Rhythm 2015; 12:e69–e100.

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi