Notizie e commenti

LifeVest, il defibrillatore indossabile

Il rischio di morte improvvisa rappresenta ad oggi, un problema di importanti dimensioni, che coinvolge in modo rilevante oltre 80.000 persone ogni anno in Italia.

Il defibrillatore indossabile LifeVest è un dispositivo esterno e assolutamente innovativo, in grado di proteggere il paziente, dal rischio di morte improvvisa, permettendo così al medico un’accurata valutazione del paziente e della sua evoluzione clinica.

È importante ricordare che l’utilizzo del LifeVest, permette ai pazienti di essere dimessi dall’ospedale e di ritornare alle loro normali attività, con un’adeguata qualità di vita, pur essendo continuamente protetti dal rischio di morte improvvisa.

Le principali indicazioni del LifeVest, lo propongono per l’utilizzo in seguito a:

  • infarto del miocardio
  • applicazione di uno stent
  • by-pass aorto-coronarico
  • cardiomiopatia reversibile
  • insufficienza cardiaca congestizia
  • casi di infezioni di tasca o elettro-catetere
  • attesa di un trapianto di cuore.

Maggiori informazioni su LifeVest,sono disponibili in questa pagina.

 

seda_banner

Ultimi articoli

Nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria

Giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.00 è previsto un nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria: ad essere presentato, il libro “Il blocco percutaneo del ganglio stellato a scopo antiaritmico. Una guida pratica” a cura di Simone Savastano.

Leggi

Verso AIAC 2022

Le novità del prossimo Congresso Nazionale dell’Associazione Il 18° Congresso Nazionale AIAC…

Leggi

Lesioni cerebrali rilevate dalla RMN e funzione cognitiva dopo ablazione di fibrillazione atriale: lo studio AXAFA-AFNET 5

Pubblicati su Circulation i risultati di un’analisi dello studio AXAFA-AFNET 5 che ha valutato la prevalenza di lesioni cerebrali ischemiche rilevate mediante RMN dopo una procedura di ablazione di fibrillazione atriale parossistica eseguita senza interrompere l’anticoagulante orale.

Leggi