Notizie e commenti

Prevenzione cardio-cerebrovascolare, AIAC interlocutore del Ministero

ministero della salute

AIAC interlocutore del Ministero della Salute nella definizione di  programmi di prevenzione cardiovascolare e cerebrovascolare.

Si è costituita al Ministero della Salute l’alleanza nazionale per le malattie cardio-cerebrovascolari, articolata in due gruppi di lavoro, il gruppo di lavoro sulle malattie cerebrovascolari e il gruppo di lavoro sulle malattie cardiovascolari. AIAC è stata chiamata a far parte di entrambi i gruppi per portare il contributo di competenze specifiche nella elaborazione di documenti e di materiale informativo rivolto alla popolazione generale per una strategia di prevenzione nelle varie fasi della vita. L’obiettivo di entrambi i gruppi di lavoro è infatti quello di elaborare un Documento informativo sulla prevenzione delle malattie cardio-cerebrovascolari lungo il corso della vita”. La diffusione al grande pubblico avverrà attraverso strumenti idonei a essere recepiti dalle varie fasce di età e stato sociale, variando dalla brochure, a messaggi web, all’uso dei social.

La prima riunione di lavoro di entrambi i gruppi si è tenuta a Roma nella sede del Ministero della Salute nei giorni 6 giugno e 12 giugno 2018 rispettivamente. Ha partecipato il presidente AIAC che ha sensibilizzato i gruppi di lavoro sulle problematiche specifiche a cui è attenta l’associazione, quali ad esempio l’identificazione dei soggetti a rischio di fibrillazione atriale o con fibrillazione atriale asintomatica in una strategia di prevenzione dell’ictus trombo-embolico, l’identificazione dei soggetti giovani e meno giovani con malattie genetiche aritmogene a rischio di morte improvvisa, in particolare nel mondo della scuola e dello sport, la promozione di stili di vita sana e di programmi di screening nell’adulto e nell’anziano ad alto rischio o con patologia strutturale misconosciuta per la prevenzione di eventi cardiovascolari gravi e della morte improvvisa.

Ultimi articoli

Il supporto cardiopolmonare durante l’ablazione della TV emodinamicamente instabile: ruolo dell’inducibilità

Pubblicati recentemente sulla rivista Frontiers in Cardiovascular Medicine i risultati di un’esperienza italiana sull’utilizzo del supporto cardiopolmonare con ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO) durante l'ablazione transcatetere di tachicardie ventricolari sostenute (TV).

Leggi

Ruolo prognostico dell’edema miocardico evidenziato in fase acuta dalla risonanza magnetica cardiaca in pazienti sopravvissuti ad un arresto cardiaco extra-ospedaliero: uno studio multicentrico

Sul Journal of the American Heart Association sono stati pubblicati i risultati di una ricerca, promossa dall’Area Giovani per la Ricerca dell’AIAC, che ha coinvolto 9 centri italiani con l’obiettivo di valutare quale fosse il ruolo dell’edema miocardico alla RMC nel predire le recidive aritmiche durante il follow-up.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale con alta potenza e breve durata: caratterizzazione biofisica delle lesioni

Pubblicato su Pacing and Clinical Electrophysiology uno studio che aveva l’obiettivo di chiarire il contributo della forza di contatto e della temperatura e la loro interrelazione nel creare una lesione adeguata con un catetere per ablazione vHPSD (very high-power short-duration).

Leggi