Notizie e commenti

Scompenso: un seminario online per conoscerlo meglio

Webinar BS

L’impatto dello scompenso cardiaco sulla società, sia in termini clinici che economici, è ben noto e documentato. In Italia, la prevalenza della patologia si attesta intorno al 2-3%, con un’incidenza pari a circa 90.000 nuovi casi ogni anno. Proprio al tema dello scompenso cardiaco è dedicato il webinar “Guidelines, clinical wisdom and common sense”, organizzato e proposto da Boston Scientific.

L’evento vedrà la partecipazione del Prof. John Morgan, responsabile dell’area Rhythm Management della compagnia statunitense, di Frieder Braunschweig, del Karolinska University Hospital di Solna, e di Patrick Jourdain, del René Dubos Hospital di Parigi. Sarà trasmesso in diretta streaming a partire dalle 19:30 di giovedì 16 novembre al seguente indirizzo: www.hf-channel.com/rhythm-hf/ .

Il webinar è rivolto a tutti gli operatori che affrontano quotidianamente il problema dello scompenso cardiaco, dagli elettrofisiologi agli infermieri, dai clinici ai tecnici di laboratorio. Per poter seguire la diretta streaming è necessario iscriversi all’indirizzo HF-channel.com.

Ultimi articoli

Scadenze crediti ECM per il professionista sanitario

Di seguito si riporta un promemoria circa le scadenze in ambito ECM, che ogni professionista è tenuto ad osservare, per disposizioni nazionali.

Leggi

Il supporto cardiopolmonare durante l’ablazione della TV emodinamicamente instabile: ruolo dell’inducibilità

Pubblicati recentemente sulla rivista Frontiers in Cardiovascular Medicine i risultati di un’esperienza italiana sull’utilizzo del supporto cardiopolmonare con ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO) durante l'ablazione transcatetere di tachicardie ventricolari sostenute (TV).

Leggi

Ruolo prognostico dell’edema miocardico evidenziato in fase acuta dalla risonanza magnetica cardiaca in pazienti sopravvissuti ad un arresto cardiaco extra-ospedaliero: uno studio multicentrico

Sul Journal of the American Heart Association sono stati pubblicati i risultati di una ricerca, promossa dall’Area Giovani per la Ricerca dell’AIAC, che ha coinvolto 9 centri italiani con l’obiettivo di valutare quale fosse il ruolo dell’edema miocardico alla RMC nel predire le recidive aritmiche durante il follow-up.

Leggi