Notizie e commenti

Tutti i numeri del 18° Congresso Nazionale AIAC

Lo scorso 16-17 giugno presso il Volvo Congress Center di Bologna si è tenuto il 18° Congresso Nazionale AIAC. Nonostante la relativa vicinanza alla precedente edizione del Congresso (che si era tenuto solo 9 mesi prima) e il periodo dell’anno poco favorevole per questo tipo di eventi scientifici, il Congresso ha avuto successo facendo registrare una partecipazione in linea con le precedenti edizioni.

In totale sono stati registrati quasi 1000 partecipanti tra medici, infermieri, membri della faculty e membri degli staff degli sponsor.

I membri della faculty sono stati in totale 297. Come di consueto il Congresso ha visto un importante coinvolgimento dei giovani (il 21% della faculty era costituita da giovani con meno di 40 anni) e di donne, che costituivano ben il 24% della faculty (in crescita rispetto alle precedenti edizioni).

I centri di appartenenza dei membri della faculty avevano una distribuzione geografica abbastanza omogenea: il 43% era del Nord, il 27% del Centro, il 30% del Sud (in linea con le precedenti edizioni del Congresso).

In totale sono stati presentati 219 abstract come hot topics, comunicazioni orali, E-Poter e Web sharing.

Ultimi articoli

Blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico: lo studio STAR

Lo storm aritmico è un'emergenza clinica con scarse opzioni terapeutiche. Lo studio STAR (STellate ganglion block for Arrhythmic stoRm), è un importante studio multicentrico italiano, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’European Journal of Cardiology, sulla sicurezza e l’efficacia del blocco percutaneo del ganglio stellato nel trattamento dello storm aritmico.

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale parossistica: elettroporazione, radiofrequenza e crioenergia a confronto

L’elettroporazione (PFA) per la cura delle aritmie è recentemente emersa come nuova tecnica ablativa in grado di colpire selettivamente il tessuto cardiaco senza utilizzare una energia “termica”. Nell'articolo recentemente pubblicato di Della Rocca et al. è stata studiata una popolazione real-world di pazienti con fibrillazione atriale ed eseguita una analisi “propensity-score-matched” confrontando PFA, radiofrequenza e crioenergia.

Leggi