Notizie e commenti

Tutto ha origine da quelle quattro vene

Pietre_Miliari_Haissaguerre

La geniale intuizione di Michel HaÏssaguerre che ha dato il via al moderno approccio dell’ablazione della fibrillazione atriale

L’ablazione transcatetere della fibrillazione atriale ha quale target principale l’isolamento delle vene polmonari. Negli anni sono stati proposti diversi target alternativi o aggiuntivi, ma l’isolamento delle vene polmonari rimane ancora l’unico approccio che si è dimostrato in grado di ridurre il rischio di recidive aritmiche. Si deve al genio di Michel Haïssaguerre la scoperta del ruolo delle vene polmonari nella genesi e nel mantenimento della fibrillazione atriale. La sua scoperta, a partire dal 1998, diede un’enorme spinta allo sviluppo dell’ablazione della fibrillazione atriale.

 

Haissaguerre_Fig1!
L’articolo di Michel Haïssaguerre pubblicato nel 1998 sulla rivista New England Journal of Medicine.

Questo mese leggiamo insieme l’articolo Spontaneous initiation of atrial fibrillation by ectopic beats originating in the pulmonary veins”, pubblicato nel 1998 sul New England Journal of Medicine da Michel Haïssaguerre e collaboratori. In questo studio veniva ricercata l’origine della fibrillazione atriale in 45 pazienti con fibrillazione atriale parossistica refrattaria ai farmaci antiaritmici. Nel 94% dei casi il mappaggio elettrofisiologico documentava l’innesco dell’aritmia a partire da foci ectopici localizzati all’interno delle vene polmonari. I foci venivano ablati e dopo 8 mesi di follow-up il 65% dei pazienti non avevano presentato recidive aritmiche. Era un risultato sorprendente per l’epoca.

Haissaguerre_Fig2!
Localizzazione dei foci di innesco della fibrillazione atriale in 45 pazienti con fibrillazione atriale parossistica. In totale venivano identificati 69 foci ectopici. Nella maggior parte dei casi (65 su 69, 94%) i foci ectopici erano localizzati all’interno delle vene polmonari.

Questo lavoro di Haïssaguerre rappresenta una pietra miliare dell’elettrofisiologia perché ha creato le basi per le moderne tecniche di ablazione della fibrillazione atriale. Oggi migliaia di procedure di ablazione di fibrillazione atriale vengono eseguite ogni giorno in tutto il mondo con ottimi risultati clinici e le tecniche utilizzate si fondano ancora sulle basi fisiopatologiche gettate da questo studio.

Pietro Palmisano

Bibliografia:
Haïssaguerre M, Jaïs P, Shah DC, et al. Spontaneous initiation of atrial fibrillation by ectopic beats originating in the pulmonary veins. New England Journal of Medicine 1998; 339(10): 659 – 66.

Ultimi articoli

Focus On AIAC sulla sleep apnea. Online le slide dei relatori

È ora possibile accedere a una selezione delle diapositive presentate nel corso dei tre seminari Focus on AIAC sulla sleep apnea, tenutosi nel mese di gennaio a Bologna, Napoli e Reggio Calabria.

Leggi

Gli albori della profilassi tromboembolica nella fibrillazione atriale

Tra la fine degli anni Ottanta e l’inizio degli anni Novanta l’efficacia e la sicurezza della terapia anticoagulante orale nella fibrillazione atriale non erano ancora noti. Uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine nel 1990 è stato uno dei primi a dimostrarne l'efficacia. Un articolo di Pietro Palmisano.

Leggi

La responsabilità professionale del medico

Gli articoli 5 e 6 della nuova Legge sulla responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie ben evidenziano lo sforzo revisionale critico nei confronti del precedente d.l. Balduzzi.

Leggi