Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Impianto di S-ICD: gli approcci anestesiologici

S-ICD approcci anestesiologici

Sono diversi gli approcci anestesiologici disponibili per l’impianto dell’S-ICD. Sono maggiormente raccomandati gli approcci in anestesia locale, in quanto la sedazione generale presenta maggiori complicanze quali bradicardia e ipotensione nei pazienti con scompenso cardiaco e impedirebbe la dimissione il giorno stesso dell’intervento, causando inoltre un aumento dei costi. Particolarmente raccomandati sono i blocchi del piano troncale, compreso il blocco del piano del serrato anteriore perché facili e veloci da somministrare. Il blocco del serrato permette di ottenere un’anestesia a lunga durata d’azione (480 minuti) ai rami laterali dei nervi intercostali dal livello T2 al T9.

Clicca qui per scariare il manuale

Ultimi articoli

Studio Light-AF: outcome a lungo termine di ablazione transcatetere di FA con pallone laser II generazione

In occasione del XVII Congresso nazionale dell'AIAC, Marco Schiavone - Ospedale Luigi Sacco - Polo Universitario, Milano - descrive lo studio che gli è valso il Premio Andrea Puglisi.

Leggi

Protetto: AIAC dà il benvenuto ai nuovi fellow dell’Associazione

Anche quest’anno, come di consueto in occasione del 17° Congresso Nazionale AIAC, sono stati proclamati i nuovi Fellow…

Leggi

Ablazione con alta potenza e breve durata per l’isolamento delle vene polmonari

In occasione del XVII Congresso nazionale dell'AIAC, Vincenzo Schillaci - Casa di Cura Montevergine di Mercogliano (Avellino) - descrive lo studio che gli è valso il Premio Giuseppe Maccabelli.

Leggi