Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Impianto di S-ICD: gli approcci anestesiologici

S-ICD approcci anestesiologici

Sono diversi gli approcci anestesiologici disponibili per l’impianto dell’S-ICD. Sono maggiormente raccomandati gli approcci in anestesia locale, in quanto la sedazione generale presenta maggiori complicanze quali bradicardia e ipotensione nei pazienti con scompenso cardiaco e impedirebbe la dimissione il giorno stesso dell’intervento, causando inoltre un aumento dei costi. Particolarmente raccomandati sono i blocchi del piano troncale, compreso il blocco del piano del serrato anteriore perché facili e veloci da somministrare. Il blocco del serrato permette di ottenere un’anestesia a lunga durata d’azione (480 minuti) ai rami laterali dei nervi intercostali dal livello T2 al T9.

Clicca qui per scariare il manuale

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi