Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Impianto di S-ICD: una curva di apprendimento uguale per tutti

Il secondo capitolo del manuale di Best Practice per l’impianto di S-ICD avverte gli operatori che è necessaria una curva di apprendimento per ottimizzare l’outcome, prendendo prima confidenza con le tecniche d’impianto dell’S-ICD, ma “la possibilità di incorrere in complicanze durante i primi interventi d’impianto – si legge nel testo – risulta essere simile per tutti gli operatori. Anche i medici che hanno eseguito un sostanzioso numero di impianti hanno sperimentato lo stesso rischio nei loro primi quattro interventi rispetto a chi ha poi eseguito meno interventi”. “l tasso di complicanze è diminuito per tutti i chirurghi dopo quattro impianti. Le complicanze insorte durante le prime esperienze dovrebbero incoraggiare il chirurgo ad analizzare e adattare il flusso di lavoro dove necessario, continuando il processo di apprendimento.

Clicca qui per scariare il manuale

 

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi