Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Impianto di S-ICD: una curva di apprendimento uguale per tutti

Il secondo capitolo del manuale di Best Practice per l’impianto di S-ICD avverte gli operatori che è necessaria una curva di apprendimento per ottimizzare l’outcome, prendendo prima confidenza con le tecniche d’impianto dell’S-ICD, ma “la possibilità di incorrere in complicanze durante i primi interventi d’impianto – si legge nel testo – risulta essere simile per tutti gli operatori. Anche i medici che hanno eseguito un sostanzioso numero di impianti hanno sperimentato lo stesso rischio nei loro primi quattro interventi rispetto a chi ha poi eseguito meno interventi”. “l tasso di complicanze è diminuito per tutti i chirurghi dopo quattro impianti. Le complicanze insorte durante le prime esperienze dovrebbero incoraggiare il chirurgo ad analizzare e adattare il flusso di lavoro dove necessario, continuando il processo di apprendimento.

Clicca qui per scariare il manuale

 

Ultimi articoli

AIAC dà il benvenuto ai nuovi fellow dell’Associazione

Sono stati proclamati i nuovi Fellow AIAC (FAIAC), titolo attribuito ai medici che hanno dato un contributo di rilievo nel campo della ricerca e dell’attività clinica nel settore dell’aritmologia e della cardiostimolazione.

Leggi

Monitoraggio remoto: la situazione in Italia

Nella nuova sezione del sito AIAC "Monitoraggio remoto in Italia" sono disponibili le delibere con cui le diverse regioni hanno ufficializzato il riconoscimento delle prestazioni.

Leggi

La correlazione tra sintomi ed ECG nei candidati a impianto di pacemaker per sincope bradiaritmica: il registro SYNCOPACED

I risultati del registro SYNCOPACED. un registro prospettico, osservazionale, multicentrico promosso da AIAC.

Leggi