Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

La procedura d’impianto dell’S-ICD

S-ICD impianto

L’impianto a due incisioni, descritto nel capitolo 9 del manuale di Best Practice per l’impianto di S-ICD, è il più sicuro ed efficace per questo device, come dimostrato da recenti studi. Per migliorare la curva di apprendimento è consigliato, però, che i chirurghi che eseguono questo intervento abbiano prima acquisito una certa familiarità con l’impianto a tre incisioni. È fondamentale che l’operatore assicuri il corretto posizionamento del sistema sui piani anatomici individuati e che l’elettrodo sia posizionato sulla fascia muscolare e non presenti torsioni o curvature indesiderate che potrebbero compromettere il sensing o l’erogazione della terapia. Il posizionamento intermuscolare del dispositivo potrebbe essereutile per ridurre il DFT per il comfort del paziente o per motivi estetici.

Clicca qui per scariare il manuale

Ultimi articoli

Dal 17° Congresso AIAC il commento di Antonio D’Onofrio

La prima giornata del 17° Congresso Nazionale dell’AIAC si è conclusa ieri. Abbiamo raccolto il commento a caldo di…

Leggi

L’AIAC saluta il Professor Attilio Maseri

Il 3 settembre ci ha lasciati il Professor Attilio Maseri, un gigante della cardiologia mondiale. Il saluto dell’AIAC e di tutta la comunità aritmologica italiana.

Leggi

Correlazione tra sede anatomica di impianto dell’elettrocatetere e parametri elettrici nella stimolazione hisiana

Sul Journal of Electrocardiology è stato recentemente pubblicato uno studio sulla correlazione tra sede anatomica di impianto dell’elettrocatetere per la stimolazione hisiana e differenze nei parametri elettrici ottenuti in acuto.

Leggi