Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Le nuove tecniche di impianto del defibrillatore sottocutaneo

Federico Migliore, cardiologo del Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari dell’Università degli Studi di Padova, descrive la tecnica di impianto a due incisioni e tasca intermuscolare, recentemente introdotta nella pratica clinica col fine di superare le difficoltà associate alla procedura di impianto tradizionale. La tecnica, oltre a garantire un risultato migliore dal punto di vista estetico, permette di collocare il dispositivo in una posizione più profonda, posteriore e laterale rispetto all’intervento tradizionale, con un vantaggio dal punto di vista della DFT e del sensing.

Vedi anche: Impianto intermuscolare a due incisioni: il video tutorial

Ultimi articoli

La nuova survey AIAC sulla gestione delle recidive post-ablazione di FA. Partecipa!

La nuova survey AIAC, "Gestione delle recidive post-ablazione di fibrillazione atriale", è online.

Leggi

Pandemia COVID-19 e impianto di pacemaker in urgenza

Uno studio sul numero di impianti urgenti di pacemaker in Veneto durante le settimane precedenti e successive al propagarsi del COVID-19 e durante il corrispondente periodo del 2019.

Leggi

Il pacing nella sincope vasovagale: storia di una sfida mai vinta

La storia del pacing nella sincope vasovagale, da quando l’osservazione che alcuni pazienti con sincopi vasovagali recidivanti presentavano una risposta cardionibitoria al tilt test suggerì che questi pazienti potessero beneficiare dell’impianto di un pacemaker.

Leggi