Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Complicanze e IAS. Nessuna differenza tra S-ICD e TV-ICD

S-ICD TV-ICD

Nell’ambito dei pazienti con indicazioni a impianto di defibrillatore senza necessità di pacing, S-ICD e TV-ICD hanno prestazioni comparabili in termini di complicanze legate al device e shock inappropriati (IAS). È quanto emerge da una meta-analisi, i cui risultati sono stati pubblicati su Heart Rhythm, che ha preso in considerazione gli studi relativi al confronto tra le due tipologie di defibrillatore  (1).

Partendo dai database MEDLINE, EMBASE e Cochrane è stato possibile individuare 13 studi che hanno messo a confronto S-ICD e TV-ICD per un totale di 9.073 pazienti (frazione di eiezione ventricolare media: 40±10%), il 73% dei quali sottoposti a impianto di defibrillatore in prevenzione primaria. L’outcome primario era costituito da una misura composita di complicanze clinicamente rilevanti (dell’elettrocatetere, della tasca, procedurali maggiori e legate al device) e shock inappropriati, mentre gli outcome secondari erano costituiti dalle componenti dell’outcome primario, prese singolarmente.

Non sono emerse differenze significative, tra il gruppo di pazienti sottoposti a S-ICD e TV-ICD, per quanto riguarda l’outcome composito primario (OR 0,80; 95%CI 0,53-1,19). I risultati hanno però messo in evidenza un tasso significativamente inferiore di complicanze legate all’elettrocatatere (p < 0,00001) e procedurali maggiori (p = 0,003) nei pazienti sottoposti a impianto di S-ICD, mentre l’impianto di TV-ICD è risultato associato a un tasso inferiore di complicanze della tasca (p = 0,003). L’S-ICD è inoltre risultato associato a una migliore discriminazione delle aritmie sopraventricolari e a una maggiore capacità di ridurre gli shock inappropriati nei pazienti giovani rispetto alla popolazione adulta.

Vedi anche:
S-ICD e TV-ICD a confronto. I risultati del trial PRAETORIAN

Bibliografia

1. Rordorf R, Casula M, Pezza L, et al. Subcutaneous versus Transvenous Implantable Defibrillator: an updated Meta-analysis. Heart Rhythm 2020: doi: https://doi.org/10.1016/j.hrthm.2020.11.013.

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi