Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

S-ICD di ultima generazione in pazienti con cardiomiopatie e canalopatie: intervista a Federico Migliore sui risultati dello studio

Lo studio, pubblicato su Europace ad agosto, si è proposto di valutare il tasso di shock inappropriati, le terapie appropriate e le complicanze legate al dispositivo in pazienti con cardiomiopatie e canalopatie sottoposti a impianto di un S-ICD di ultima generazione da gennaio 2016 a dicembre 2020 e seguiti per i due anni successivi (fino a dicembre 2022). Ne abbiamo parlato con Federico Migliore del Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari dell’Università di Padova e primo autore dello studio.

Leggi il commento allo studio.

 

Fonte

  1. Migliore F, Biffi M, Viani S, Pittorru R, Francia P, Pieragnoli P, De Filippo P, Bisignani G, Nigro G, Dello Russo A, Pisanò E, Palmisano P, Rapacciuolo A, Silvetti MS, Lavalle C, Curcio A, Rordorf R, Lovecchio M, Valsecchi S, D’Onofrio A, Botto GL. Modern subcutaneous implantable defibrillator therapy in patients with cardiomyopathies and channelopathies: data from a large multicentre registry. Europace. 2023 Aug 2;25(9):euad239. doi: 10.1093/europace/euad239.

 

 

Ultimi articoli

Blocco percutaneo del ganglio stellato per il trattamento dello storm aritmico: lo studio STAR

Lo storm aritmico è un'emergenza clinica con scarse opzioni terapeutiche. Lo studio STAR (STellate ganglion block for Arrhythmic stoRm), è un importante studio multicentrico italiano, i cui risultati sono stati recentemente pubblicati sull’European Journal of Cardiology, sulla sicurezza e l’efficacia del blocco percutaneo del ganglio stellato nel trattamento dello storm aritmico.

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi

Ablazione della fibrillazione atriale parossistica: elettroporazione, radiofrequenza e crioenergia a confronto

L’elettroporazione (PFA) per la cura delle aritmie è recentemente emersa come nuova tecnica ablativa in grado di colpire selettivamente il tessuto cardiaco senza utilizzare una energia “termica”. Nell'articolo recentemente pubblicato di Della Rocca et al. è stata studiata una popolazione real-world di pazienti con fibrillazione atriale ed eseguita una analisi “propensity-score-matched” confrontando PFA, radiofrequenza e crioenergia.

Leggi