Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

S-ICD: quale relazione tra tecnica di impianto e PRAETORIAN score?

S-ICD PRAETORIAN score

La combinazione di tecnica di impianto di S-ICD a due incisioni e inserimento del generatore nella tasca intermuscolare permette di ottenere un posizionamento ottimale del defibrillatore. Sono stati pubblicati su Europace i risultati di uno studio italiano che ha messo a confronto la procedura di impianto tradizionale a tre incisioni con posizionamento sottocutaneo e quella a due incisioni con posizionamento intermuscolare in riferimento al cosiddetto PRAETORIAN score, tool basato sulla radiografia del torace che predice il tasso di conversione dell’S-ICD (1).

Sono stati presi in considerazione  213 pazienti  consecutivi sottoposti impianto di S-ICD, per cui era disponibile una radiografia toracica laterale e antero-posteriore di qualità adeguata per il calcolo del PRAETORIAN score. Il generatore è stato posizionato nella tasca intermuscolare in 174 pazienti (81,7%) mentre la tecnica di impianto a due incisioni è stata utilizzata in 199 pazienti (93,4%). Nella maggior parte dei casi (n= 171; 80,3%), tuttavia, i pazienti sono stati sottoposti a impianto di S-ICD con una combinazione delle due tecniche.

Considerando il PRAETORIAN score, il rischio di fallimento nella conversione delle aritmie è risultato basso in 198 pazienti (93,0%), intermedio in 13 (6,1%) e alto in 2 (0,9%). Tale parametro è risultato significativamente più basso nei pazienti sottoposti a impianto con tecnica a due incisioni rispetto a quelli in cui l’impianto di S-ICD era stato effettuato mediante tecnica tradizionale a tre incisioni ( 94,0% vs. 78,6%; p = 0,004) e nei pazienti con posizionamento del generatore nella tasca intermuscolare rispetto a quelli posizionamento del generatore sottocutaneo (96,0% vs. 79,5%). In generale, poi, il PRAETORIAN score è risultato significativamente più basso nei pazienti sottoposti alla combinazione di tecnica a due incisioni e posizionamento intermuscolare del generatore.

Bibliografia                            

Francia P, Biffi M, Adducci C, et al. Implantation technique and optimal subcutaneous defibrillator chest position: a PRAETORIAN score-based study. Europace EP 2020; 0: 1–8.

Vedi anche:
– S-ICD e TV-ICD a confronto. I risultati del trial PRAETORIAN

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi