Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

S-ICD: dal sentiment agli sviluppi tecnologici

Luca Santini, cardiologo dell’Ospedale Giovan Battista Grassi di Roma, descrive alcuni risultati della survey AIAC “S-ICD Why not?”, i quali mettono in evidenza una sovrastima della necessità di stimolazione antibradicardica e di ATP nei pazienti candidabili all’impianto di un ICD.Il defibrillatore sottocutaneo  si presenta quindi, grazie anche ai recenti progressi tecnologici e relativi alla procedura di impianto, come una scelta sicura ed efficace per la prevenzione della morte cardiaca improvvisa.

Vedi anche:
Tecnica dell’impianto intermuscolare a due incisioni con Serratus Plane Block
SMART Pass: un algoritmo per ridurre gli shock inappropriati

Ultimi articoli

Quali sono i bisogni formativi dei soci AIAC? Rispondi al questionario

Al fine di rispondere sempre al meglio alle richieste formative dei soci, AIAC propone un questionario per indagare i fabbisogni formativi per l’anno 2022.

Leggi

RI-AIAC: obiettivi, novità e implicazioni cliniche dei risultati dello studio

Pubblicati sul Journal of Personalized Medicine i risultati del RI-AIAC, registro multicentrico, prospettico osservazionale sulle infezioni dei CIED. Abbiamo chiesto al Professor Giuseppe Boriani, direttore di AIAC Ricerca, qual è l'importanza di questo registro promosso dall'AIAC e quali sono le implicazioni cliniche dei suoi risultati.

Leggi

Defibrillatore indossabile: evidenze, esperienze e nuove potenzialità d’uso

Terapia ormai consolidata negli Stati Uniti e in molti paesi Europei, il defibrillatore indossabile (WCD)…

Leggi