Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

Comunicazione ipnotica per l’analgosedazione durante impianto di S-ICD

Marco Scaglione, direttore della S.O.C. di Cardiologia dell’Ospedale “Cardinal Massaia” di Asti, descrive l’utilizzo, fatto presso il suo centro, della comunicazione ipnotica usata come terapia aggiuntiva nell’analgosedazione in oltre 200 pazienti sottoposti a procedure interventistiche quali ablazioni, studi elettrofisiologici e impianti di pacemaker e defibrillatori. A seguire le immagini di un intervento di impianto di defibrillatore sottocutaneo realizzato con questa tecnica.

A questi link sono disponibili le versioni estese dell’introduzione teorica e della procedura di impianto:

INTRODUZIONE  | PROCEDURA DI IMPIANTO

Vedi anche:
Impianto di S-ICD, l’evoluzione delle tecniche anestesiologiche
Le novità relative alla procedura di impianto dell’S-ICD
Tecnica a due incisioni con Serratus Plane Block

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi