Questa sezione è realizzata grazie ad
un contributo non condizionato di

Notizie e commenti

I driver che guidano la scelta di un defibrillatore sottocutaneo

“È cruciale, nei pazienti giovani con indicazione all’impianto di un ICD, pensare all’impianto di un defibrillatore sottocutaneo”. Abbiamo chiesto a Stefano Viani, cardiologo dell’UO di Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, di descrivere le situazioni in cui l’impianto di un S-ICD rappresenta la scelta clinica più indicata.

Vedi anche:
Il futuro dell’S-ICD dalle indicazioni alla tecnologia
Con l’S-ICD meno complicanze e shock inappropriati
ICD: complicanze a lungo termine e re-interventi

Ultimi articoli

Impatto della pandemia COVID-19 sull’uso del monitoraggio remoto in Italia: la survey AIAC

Sul Journal of Clinical Medicine sono stati pubblicati i risultati della survey AIAC sull'impatto della pandemia COVID-19 sulla diffusione del monitoraggio remoto dei dispositivi cardiaci impiantabili e della telecardiologia in Italia.

Leggi

ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione

Sono stati pubblicati su Pacing and Clinical Electrophysiology i risultati di un’esperienza multicentrica italiana sull'efficacia e la sicurezza di un ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione.

Leggi

Gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia: la survey AIAC

I risultati di una survey a diffusione nazionale promossa dall’Area “Raggi Zero” dell’AIAC sulla gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia sono stati recentemente pubblicati sul Journal of Cardiovascular Medicine.

Leggi