#AF driver

Fibrillazione atriale: dove ci guideranno i driver rientranti?

La fibrillazione atriale è un’aritmia complessa, i cui meccanismi responsabili sono oggetto di studio da circa 100 anni. L’eterogeneità di tale aritmia è legata alla presenza di meccanismi elettrofisiologici e substrati anatomici diversi (1). Un ruolo fondamentale nell’insorgenza ed il mantenimento della fibrillazione atriale è giocato da trigger, initiator e perpetuator. I trigger innescano l’aritmia in presenza di un substrato favorente (initiator), mentre i perpetuator permettono all’aritmia di sostenersi.

Leggi

Ultimi articoli

Un solo cardiopalmo per tre diverse aritmie

Il caso di una paziente di 70 anni, ipertesa e diabetica, che giunge in Pronto Soccorso per sensazione di cardiopalmo insorto da circa 12 ore.

Leggi

Diagnosticare la fibrillazione atriale con uno smart device, è possibile?

Uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology ha valutato la possibilità di di fare screening di FA tramite sensori PPG presenti sugli smart watch.

Leggi

L’AIAC su Il Sole 24 Ore

Scarica il redazionale dell'AIAC, dal titolo  “Accesso all’innovazione in aritmologia, nuove tecnologie e nuovi farmaci al servizio del paziente”, pubblicato su Il Sole 24 Ore – Scenari “Guida Salute“.

Leggi