#cardioverter-defibrillatore impiantabile

Occhio alla paralisi del nervo frenico

La paralisi del nervo frenico è un’evenienza rara ma possibile durante posizionamento di elettrocateteri per stimolazione e defibrillazione cardiaca definitiva attraverso accesso venoso succlavio. Uno studio pubblicato sulla rivista Europace ne valuta incidenza, cause e decorso clinico.

Leggi

Quel rischio di… perforazione cardiaca

La perforazione cardiaca è una delle complicanze più temibili dell’impianto di elettrocateteri a fissazione attiva. Uno studio recente pubblicato su Europace ha valutato l’incidenza di tale complicanza: a maggior rischio i pazienti più anziani, di sesso femminile o in cui l’elettrocatetere ventricolare destro sia posizionato in sede apicale.

Leggi

Follow-up dopo impianto ICD: prima è, meglio è!

I pazienti che non ricevono un follow-up nelle 12 settimane successive all’impianto di ICD hanno un maggior rischio di mortalità. Sul Canadian Journal of Cardiology i risultati di uno studio canadese fanno riflettere sull’importanza della tempestività delle visite specialistiche di controllo.

Leggi

Il rapporto costo-efficacia della terapia con ICD

Una ricerca pubblicata sull'European Heart Journal conclude che in Europa la terapia con ICD è vantaggiosa in termini di rapporto costo-efficacia rispetto ad una strategia terapeutica senza ICD. Ma servono altre ricerche per chiarire l'appropriatezza dell’utilizzo di ICD e migliorare la stratificazione del rischio.

Leggi

Ultimi articoli

Nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria

Giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.00 è previsto un nuovo appuntamento con l’Angolo dell’Editoria: ad essere presentato, il libro “Il blocco percutaneo del ganglio stellato a scopo antiaritmico. Una guida pratica” a cura di Simone Savastano.

Leggi

Verso AIAC 2022

Le novità del prossimo Congresso Nazionale dell’Associazione Il 18° Congresso Nazionale AIAC…

Leggi

Lesioni cerebrali rilevate dalla RMN e funzione cognitiva dopo ablazione di fibrillazione atriale: lo studio AXAFA-AFNET 5

Pubblicati su Circulation i risultati di un’analisi dello studio AXAFA-AFNET 5 che ha valutato la prevalenza di lesioni cerebrali ischemiche rilevate mediante RMN dopo una procedura di ablazione di fibrillazione atriale parossistica eseguita senza interrompere l’anticoagulante orale.

Leggi