#longevità del defibrillatore

Nuovi algoritmi automatici tra sicurezza ed efficacia

Gli algoritmi automatici per la gestione della stimolazione atriale e ventricolare possono migliorare la longevità dei dispositivi cardiaci impiantabili e la gestione del paziente portatore di pacemaker, riducendo il numero di controlli elettronici e di procedure di sostituzione del generatore. Uno studio recente di Mauro Biffi e collaboratori ha valutato la sicurezza, l’efficacia e l’impatto sulla longevità del dispositivo dei nuovi algoritmi ACC e VCC di Biotronik.

Leggi

Lunga vita ai defibrillatori

All'ESC Congress 2015, Francesco Zanon dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo ha presentato il risultati preliminari dello studio indipendente "Device longevity in a contemporary cohort of ICD/CRT-D patients undergoing device replacement".

Leggi

Longevità dei dispositivi CRT-D

È italiana la più ampia casistica multicentrica pubblicata sull'incidenza di sostituzioni di defibrillatori biventricolari. Editoriale di Giovanni Morani, Ospedale Civile Maggiore di Borgo Trento di Verona,  a nome degli Investigatori del "Longevity of CRT-D in current clinical practice: an analysis according to influencing factors, device generation, and manufacturer".

Leggi

Quale ICD dura di più?

Defibrillatori e longevità: una sana e continua competizione a favore del paziente. Articolo di Matteo Ziacchi del Policlinico S. Orsola Malpighi di Bologna. L’innovazione tecnologica e la ricerca finalizzata al miglioramento della longevità dei dispositivi cardiaci impiantabili rappresentano uno degli argomenti di maggiore interesse da parte delle aziende produttrici e sono oggetto di dibattito da molti anni in ambito elettrofisiologico. Una campagna pubblicitaria di batterie stilo degli anni ‘90 di particolare successo recitava così: “D…. dura di più!”. La domanda infatti a cui tutti vogliono una risposta è: quale dispositivo dura di più? La questione è tutt’altro che semplice.

Leggi

Ultimi articoli

Impatto della pandemia COVID-19 sull’uso del monitoraggio remoto in Italia: la survey AIAC

Sul Journal of Clinical Medicine sono stati pubblicati i risultati della survey AIAC sull'impatto della pandemia COVID-19 sulla diffusione del monitoraggio remoto dei dispositivi cardiaci impiantabili e della telecardiologia in Italia.

Leggi

ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione

Sono stati pubblicati su Pacing and Clinical Electrophysiology i risultati di un’esperienza multicentrica italiana sull'efficacia e la sicurezza di un ICD temporaneo esterno come terapia ponte nei pazienti sottoposti ad espianto di ICD per infezione.

Leggi

Gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia: la survey AIAC

I risultati di una survey a diffusione nazionale promossa dall’Area “Raggi Zero” dell’AIAC sulla gestione dell’esposizione radiologica in elettrofisiologia in Italia sono stati recentemente pubblicati sul Journal of Cardiovascular Medicine.

Leggi