Ultimi articoli

Come si misura la ricerca?

"Impact, factor, h-index e la valutazione della ricerca": una guida tascabile ricca di informazioni su come valutare la produzione scientifica con l’utilizzo degli indicatori bibliometrici e l’analisi statistica dell’utilizzo online dei documenti. Passa in rassegna tutti i criteri di valutazioni anche quelli di minor utilizzo con cui volenti nolenti i ricercatori di tutte le età devono fare i conti. Public or perish…

Leggi

Censire le aritmologie italiane: work in progress

Intervista a Michele Musolino, Coordinatore dei Presidenti Regionali AIAC, Direttore Struttura Complessa di Cardiologia-UTIC, Ospedale Civile di Locri. Si è concluso il terzo Censimento AIAC dei Centri italiani di Aritmologia e Cardiostimolazione che ha preso in esame i dati del 2011 sul personale dedicato all’Aritmologia, sulle strutture operative e sulla tipologia delle attività svolte. In tutto hanno aderito volontariamente 215 Centri di Aritmologia e Cardiostimolazione italiani a fronte dei 303 del precedentente censimento AIAC. Come interpretare correttamente questi numeri?

Leggi

Responsabilità assicurata

Ogni giorno il medico, nello svolgimento della propria attività professionale, si assume un’importante responsabilità nei confronti dei pazienti correndo il rischio di eventuali ripercussioni professionali e personali. Per questo motivo, è fondamentale stipulare una polizza assicurativa di responsabilità civile professionale.

Leggi

Ai blocchi di partenza il nuovo Registro ablazioni

Intervista video a Sakis Themistoclakis, Responsabile Elettrofisiologia, Ospedale dell'Angelo di Mestre. L'AIAC ha messo a punto un nuovo Registro ablazioni per raccogliere online in modo rapido e accurato i dati delle ablazioni eseguite nei centri di elettrofisiologia italiani. Il registro prospettico è in fase di collaudo, spiega Sakis Themistoclakis, ma tra pochi mesi sarà aperto ai tutti i soci AIAC per ottenere con la loro collaborazione una fotografia aggiornata della pratica clinica reale.

Leggi

La relazione cuore e cervello

Intervista video a Fabrizio Ammirati, Direttore UO di Cardiologia, Ospedale G.B. Grassi, Azienda Usl Roma D. Nella grande famiglia dell’AIAC è nata una nuova area di ricerca e lavoro incentrata sull’interazione cuore-cervello. “Attraverso una partnership con i neurologi si vuole creare una rete di stroke unit e aritmologie per la prevenzione dell’ictus non solo in fase primaria ma anche secondaria”, commenta Fabrizio Ammirati. Importante l’uso di dispositivi di monitoraggio prolungato per diagnosticare precocemente in pazienti che hanno giù avuto un ictus quelle aritmie silenti che aumentano il rischio di recidiva.

Leggi