Ultimi articoli

Mappare i defibrillatori salva la vita

Il consenso sull'importanza di una più capillare disponibilità di defibrillatori è in costante aumento. Ma, una volta ben distribuiti sul territorio, non sarebbe altrettanto importante rendere nota la loro posizione? È quello che si sono chiesti - dando ovviamente una risposta positiva - dei medici di Emergenza di Filadelfia che hanno avviato il lavoro a quella che hanno definito la AED-map (Automated-External Defibrillators). La novità più curiosa, però, è nel modo col quale hanno voluto costruire questa "cartina": attraverso una corsa non competitiva che ha coinvolto i cittadini, la MyHeartMap Challenge.

Leggi

Rischio di fibrillazione atriale e artrite reumatoide

I pazienti con artrite reumatoide hanno un rischio del 40 per cento più elevato di fibrillazione atriale (FA) e del 30 per cento maggiore di ictus, rispetto ad una popolazione di confronto libera da malattia. "In base alle evidenze ottenute, dovrebbe essere prevista una valutazione cardiovascolare annuale dei pazienti sofferenti di artrite reumatoide, che includa lo screening di FA", ha dichiarato il primo autore Jesper Lindhardsen

Leggi

Aggiornate le linee guida canadesi sulla fibrillazione atriale

La Canadian Cardiovascular Society ha aggiornato le proprie linee guida sulla gestione della fibrillazione atriale. L'update è stato reso necessario, ha dichiarato Allan Skanes (University of Western Ontario, London, Canada), dai risultati dei trial ROCKET-AF, ARISTOTLE e PALLAS pubblicati lo scorso anno. “Each of these large randomized trials provided clear results with major implications for AF management,” hanno sottolineato gli autori.

Leggi

Voti dei pazienti e outcome clinici

I giudizi dei pazienti sulle strutture ospedaliere coincidono – in modo forse inaspettato ‒ con le valutazioni obiettive della performance delle stesse, almeno in Gran Bretagna. Lo rivela uno studio pubblicato dagli Archives of Internal Medicine.

Leggi

Ticagrelor in Italia

Disponibile anche in Italia ticagrelor, l’antiaggregante piastrinico di nuova generazione efficace nel ridurre del 16% il rischio combinato di infarto miocardico, morte cardiovascolare, ictus in pazienti affetti da sindrome coronarica acuta.

Leggi

I grandi del NEJM sono poco social?

Su YouTube i funerali di Whitney Houston sono cliccatissimi. Mentre le interviste a nomi autorevoli della medicina fanno poca audience. I medici quanto sanno usare i social media? Se lo chiede Larry Husten nel suo blog.

Leggi

Gli Almanacchi del Cuore

Da dicembre il Giornale Italiano di Cardiologia pubblica le rassegne monotematiche del Network Europeo dei Giornali Nazionali di Cardiologia. Le prime quattro riview dell’Almanacco 2011 parlano di scompenso cardiaco, valvulopatie, cardiomiopatie e sindromi coronariche acute. Di prossima pubblicazione, un focus sulla malattia coronarica stabile e uno sulle aritmie ventricolari e cardiostimolazione.

Leggi

ICD, donne e possibili iniquità nelle cure

Una vasta letteratura, soprattutto statunitense, ha sensibilizzato la comunità scientifica sui rischi di una iniquità di genere nella gestione del paziente cardiovascolare: gli uomini sarebbero più tempestivamente assistiti e, spesso, in maniera più appropriata. Nuovi indizi provengono da uno studio dell'Università di Toronto:

Leggi

Come stanno le nostre Aritmologie?

Eraldo Occhetta presenta il Censimento AIAC 2010 dei Centri italiani di Aritmologia e Cardiostimolazione. L'Associazione ha proposto ai Centri un questionario per raccogliere informazione che descrivono il singolo centro, dal personale sanitario operante nella struttura alle attività svolte. In tutto hanno aderito volontariamente 303 Centri, il 70% circa delle strutture operativi in Italia.

Leggi