AIAC Ricerca

AIAC Ricerca è un marchio di proprietà dell’AIAC che contraddistingue le iniziative di ordine scientifico, culturale ed organizzativo intraprese dall’Associazione.  Costituisce l’organo associativo deputato alla proposta di temi di ricerca, alla verifica e al controllo della qualità della produzione tecnico-scientifica in conformità agli scopi istituzionali dell’Associazione e alle indicazioni del Consiglio Direttivo Nazionale.

E’ composto da un Direttore nominato dal Consiglio Direttivo Nazionale e da un numero massimo di 7 membri proposti dal Direttore di AIAC Ricerca nominati anch’essi dal Consiglio Direttivo Nazionale.

Direttore:

Professor Giuseppe Boriani
Struttura Complessa di Cardiologia, AOU Policlinico di Modena,  Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, Modena

Membri:

Dott. Antonio D’Onofrio
Unità Operativa Struttura Dipartimentale Aritmologia, A.O.R.N. dei Colli, Ospedale V. Monaldi, Napoli

Dott. Pietro Palmisano
Unità Operativa Complessa di Cardiologia, Azienda Ospedaliera Card. G. Panico, Tricase (LE)

Dott. Marco Proietti
Dipartimento di Scienze Cliniche e di Comunità, Università degli Studi di Milano, Milano

Dott. Massimo Zecchin
Unità Operativa di Cardiologia, Azienda Sanitaria Universitaria Integrata, Trieste

Documenti:

Relazione attività AIAC Ricerca 2018-2020
Lettera ai soci da parte del direttore di AIAC Ricerca

 

Ultimi articoli

Al via le nuove Aree e Task Force AIAC

In totale sono state costituite 24 Aree e 8 Task Force, per un totale di 58 Chairman e 134 membri dei gruppi di lavoro.

Leggi

La cardioneuroablazione in atrio destro nei pazienti con sincope vasovagale cardioinibitoria

Uno studio italiano ha valutato la fattibilità, l’efficacia e la sicurezza della “cardioneuroablazione” limitata in atrio destro pe rla sincope vasovagale cardioinibitoria.

Leggi

Ablazione delle tachicardie parossistiche sopraventricolari con approccio “Near-Zero Radiation”

Uno studio ha confrontato i risultati a lungo termine dell’ablazione delle tachicardie parossistiche sopraventricolari eseguita con un approccio “minimally fluoroscopic” rispetto ad un approccio fluoroscopico convenzionale.

Leggi