Partecipanti alla survey promossa da AIAC Ricerca sull’impatto dell’epidemia COVID-19 sull’aritmologia italiana

Abruzzo: Luise R, Ospedale San Salvatore, L’Aquila;

Basilicata: Grieco P, Osp. San Carlo, Potenza;

Calabria: Pangallo A, Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, Reggio Calabria; Quirino G, ‎SC Cardiologia. PO Annunziata, Cosenza; Talarico A, U.O. Cardiologia Azienda Ospedaliera Cosenza, Cosenza;

Campania: Carbone A, UOC di Cardiologia Osp. Maria SS Addolorata, Eboli (Salerno); De Simone A, Clinica San Michele, Maddaloni (Caserta); D’Onofrio A, AORN Dei Colli Dipartimento di Cardiologia – UOSD di Elettrofisiologia, Studio e Terapia delle Aritmie, Napoli; Nappi F, Rotondi F, AORN Moscati Avellino, Avellino; Stabile G, Clinica Montevergine, Mercogliano (Avellino); Uran C, P.O.S. Giuseppe e Melorio, Santa Maria Capua Vetere (Caserta);

Emilia Romagna: Bertini M, Balla C, Azienda Ospedaliero-Universitaria S. Anna, Ferrara; Boggian G, ASL Bologna Ospedale di Bentivoglio, Bentivoglio-Bologna; Carinci V, Barbato G, Ospedale Maggiore – AUSL città di Bologna, Bologna; Corzani A, Sabbatani P, Ospedale Bufalini, Cesena; Erminio M, Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico di Modena, Modena; Imberti JF, Policlinico di Modena, Modena; Malavasi N, Policlinico di Modena, Modena; Pastori P, Ospedale di Fidenza, Fidenza (Parma); Quartieri F, Bottoni N, Aricispedale Santa Maria Nuova, Reggio Emilia; Saporito D, Ospedale Infermi – ASL Romagna, Rimini; Virzì S, Sassone B, Ospedale S.S. Annunziata, Cento (Ferrara); Zardini M, Placci A, AOU Parma, Parma; Ziacchi M, Massaro G, Istituto di Cardiologia, Policlinico S.Orsola Malpighi, Bologna;

Lazio: Adamo F, Scaccia A, Spampinato A, Villa Tiberia Hospital, Roma; Biscione F, Cardiologia Ospedale Santo Spirito, Roma; Castro A, Ospedale Pertini, Roma; Cauti F, Rossi P, Aritmologia San Giovanni Calibita Fatebenefratelli Isola Tiberina Roma, Roma; Cinti C, CdC S. Anna Policlinico Città di Pomezia, Pomezia (Roma); Gatto M, Kol A, Ospedale “San Camillo De Lellis”, Rieti; Narducci ML, Pelargonio G,, Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Roma ; Patruno N, Ospedale dei Castelli, Ariccia (Roma); Pignalberi C, PO San Filippo Neri, Roma; Ricci RP, Centro cardio-Aritmologico, Roma; Ricciardi D, Policlinico Campus Bio-Medico, Roma; Santini L, Divisione di Cardiologia, Ospedale G.B. Grassi, Roma; Tancredi M, Di Belardino N, Ospedali riuniti Anzio-Nettuno, Anzio (Latina);

Liguria: Pentimalli F, Ospedale S Paolo, Savona; Zoni-Berisso M, Ospedale Padre Antero Micone, Genova;

Lombardia: Belotti G, UOS Elettrofisiologia, Treviglio (Bergamo); Chieffo E, Ospedale Maggiore di Crema – ASST Crema, Crema (Cremona); Cilloni S, Ospedale Predabissi, Vizzolo Predabissi (Milano); Doni LA, ASST Sette Laghi P.O.U. Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi, Varese; Forleo GB, Ospedale Luigi Sacco – ASST FBF Sacco, Milano; Gardini A, Istituto Clinico S. Anna, Brescia; Malaspina D, UOS Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione, ASST Santi Paolo e Carlo, PO San Carlo Borromeo, Milano; Mazzone P, Della Bella P, Ospedale San Raffaele di Milano, Milano; Negro R, ASST PAVIA Ospedale civile di Vigevano, Vigevano ; Perego GB, Istituto Auxologico Italiano – Ospedale S. Luca, Milano; Rordorf R, Policlinico S.Matteo, Pavia;

Marche: Cipolletta L, Dello Russo A, Azienda Ospedaliera Universitaria Ospedali Riuniti, Ancona; Luzi M, Ospedale Provinciale di Macerata – Area Vasta 3, Macerata;

Piemonte: Amellone C, Ebrille E, Favro E, Lucciola MT, Cardiologia Ospedale Maria Vittoria, Torino; Devecchi C, P.O. SS. Pietro e Paolo Borgosesia, Vercelli; Rametta F, Devecchi F, Matta M, AO Sant’Andrea, Vercelli; Santagostino M, Dell’Era G, SS Elettrofisiologia AOU Maggiore della Carità, Novara;

Puglia: Candida TR, Bonfantino VM, P.O. Di Venere UTIC-Cardiologia, Bari; Gianfrancesco D, Ospedale Bonomo Andria, Andria; Guido A, Azienda Ospedaliera “Cardinale Giovanni Panico”, Tricase (Lecce); Pellegrino PL, Cardiologia Universitaria – Policlinico Ospedali Riuniti, Foggia; Pisanò ECL, Ospedale “Vito Fazzi” ASL Lecce, Lecce; Rillo M, Palamà Z, Casa di Cura Villa Verde, Taranto; Sai R, P.O. Sacro Cuore di Gesù, Gallipoli (Lecce); Santobuono VE, Favale S, U.O. Cardiologia Universitaria – A.O.U.C. Policlinico di Bari, Bari; Scicchitano P, P.O. “F. Perinei” Altamura (BA), Altamura (Bari);

Sardegna: Nissardi V, Clinica Cardiologica-UTIC – Policlinico “D. Casula”, Monserrato – Cagliari;

Sicilia: Campisi G, Ospedale Giovanni Paolo II, Ragusa; Sgarito G, ARNAS Ospedale Civico, Palermo;

Toscana: Arena G, Cardiologia Massa Carrara, Massa; Casorelli E, Ospedale di Montepulciano, Montepulciano (Siena); Fumagalli S, Unità di Terapia Intensiva Geriatrica (UTIG), Università degli Studi di Firenze e AOU Careggi, Firenze; Giaccardi M, UOS di Cardiologia ed Elettrofisiologia Firenze 1 Azienda sanitaria Firenze, Firenze; Notarstefano P, Nesti M, UOC Cardiologia Arezzo Dipartimento Cardiovascolare e Neurologico ASL Toscana Sud Est, Arezzo; Padeletti M, Ospedale del Mugello, Borgo san Lorenzo (Firenze); Rossi A, Piacenti M, Fondazione Toscana Gabriele Monasterio, Pisa;

Trentino-Alto Adige: Del Greco M, Catanzariti D, Ospedale S.M. del Carmine, Rovereto (Trento); Manfrin M, Werner R, Ospedale Regionale di Bolzano, Bolzano; Marini M, Ospedale S. Chiara, Trento; Umbra: Andreoli C, Ospedale S.G. Battista, Foligno (Perugia); Fedeli F, U.O. Cardiologia – Ospedale di Città di Castello, Città di Castello (Perugia); Mazza A, Ospedale S. Maria della Stella, Orvieto (Terni); Pagnotta F, Ridarelli M, PO Gubbio-Gualdo Tadino, Gubbio (Perugia);

Veneto: Molon G, IRCCS Ospedale S.Cuore Don Calabria, Negrar (Verona); Rossillo A, Ospedale San Bortolo, Vicenza.

Ultimi articoli

AIAC saluta il dottor Ezio Soldati

AIAC piange la morte di Ezio Soldati, spentosi il 9 aprile 2024 all’età di 67 anni. Alla famiglia e ai colleghi della Cardiologia 2 dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana giungano i più vivi sentimenti di cordoglio da parte del Direttivo nazionale AIAC.

Leggi

Quattro FAD AIAC disponibili online dal 15 aprile

Dopo il successo delle edizioni precedenti AIAC ha deciso di rendere disponibili le riedizioni delle seguenti 4  FAD asincrone…

Leggi

Apixaban per la prevenzione dello stroke nella fibrillazione atriale subclinica: lo studio ARTESIA

Recentemente pubblicati sul NEJM i risultati dello studio ARTESIA, trial clinico sul beneficio della terapia anticoagulante orale nei pazienti con fibrillazione atriale subclinica di breve durata e asintomatica per la prevenzione dello stroke.

Leggi