AIAC Newsletter
Visualizza la versione online. Newsletter n. 94 | giugno 2020
 
L’Associazione | Aree AIAC | Task force | Registri

Lettera del presidente

Roberto De Ponti Cari Soci ed Amici dell’AIAC,

La pandemia ha profondamente influenzato l’accesso dei pazienti con patologia cardiovascolare e un’ulteriore evidenza è data dalla significativa riduzione dei pazienti sottoposti a impianto urgente di pacemaker nelle prime settimane di lock-down, riportata dall’articolo pubblicato dai Colleghi veneti. In questa fase 2 stanno progressivamente riprendendo le attività aritmologiche nelle nostre cardiologie, anche se ci attendiamo, come evidenziato nella survey AIAC (vedi webinar su Monitoraggio Remoto del 15 giugno), che i tempi di ritorno alla “normalità” saranno lunghi. Continueremo a confrontarci sul monitoraggio remoto nella seconda puntata del webinar il prossimo 7 luglio. Protagoniste di questa newsletter sono anche le notizie della collaborazione AIAC-Istituto Superiore di Sanità per implementare Registro Italiano Defibrillatori e Pacemaker e la pubblicazione dell’accordo quadro di Consip con il contributo tecnico di AIAC. Infine, vi segnalo la pubblicazione della nuova survey sulla gestione delle recidive post-ablazione di fibrillazione atriale e l’articolo su pacing nella sincope vasovagale per la rubrica “Pietre Miliari”.

Buona lettura,

Roberto De Ponti, Presidente AIAC
“Telecardiologia in era COVID-19”, il primo report

“Telecardiologia in era COVID-19”, il primo report

La prima puntata del webinar “Telecardiologia in era COVID-19: monitoraggio remoto & Co” organizzato dall’AIAC e tenutosi il 15 giugno 2020 ha avuto un grande successo. Hanno infatti preso parte all’evento oltre 220 partecipanti. Da oggi è disponibile online la registrazione. Si ricorda inoltre l’appuntamento con la seconda puntata del webinar, in programma per il 7 luglio 2020 alle ore 18.00. Programma e maggiori informazioni all’interno dell’articolo. Continua »
AIAC e ISS insieme per il Registro Italiano ICD e PM

AIAC e ISS insieme per il Registro Italiano ICD e PM

È stato istituito un Tavolo tecnico-scientifico che vede la collaborazione tra l’Istituto Superiore di Sanità e AIAC con l’obiettivo finale di avviare un Registro Italiano Defibrillatori e Pacemaker in cui confluiscano tutti i dati del territorio nazionale, che dovrebbe partire dalla seconda metà del 2021. Lo scopo del Tavolo è quello di affrontare sia gli aspetti prettamente tecnici della raccolta dati, sia le policy di accesso ai dati e il piano di pubblicazione dei risultati. Continua »
L’Accordo di Consip sui device per CRT-D e CRT-P

L’Accordo di Consip sui device per CRT-D e CRT-P

Consip ha concluso e pubblicato la seconda edizione dell’Accordo Quadro per l’acquisto di 9.000 dispositivi impiantabili per resincronizzazione cardiaca. La gara – suddivisa in quattro lotti merceologici in base alla fascia tecnologica – ha l’obiettivo di rinnovare l’offerta Consip in questo settore, consentendo alle amministrazioni di acquistare in maniera semplice e rapida, dispositivi di ultima generazione.L’iniziativa è stata realizzata con il contributo tecnico dell’AIAC. Continua »
Gestione delle recidive post-ablazione di FA. La survey

Gestione delle recidive post-ablazione di FA. La survey

È online la nuova survey AIAC finalizzata a ottenere una fotografia della gestione delle recidive post-ablazione di FA nei centri aritmologici italiani. Per rispondere al questionario è necessario registrarsi o effettuare l’accesso all’Area riservata AIAC Ricerca. Si ricorda che è ora possibile iscrivere più utenti per ogni centro e, una volta effettuato l’accesso, rispondere a tutte le survey ancora aperte. Continua »
Il pacing nella sincope vasovagale: una sfida mai vinta

Il pacing nella sincope vasovagale: una sfida mai vinta

Per la rubrica "Pietre Miliari" ripercorriamo la storia del pacing nella sincope vasovagale, a partire dalle osservazioni cliniche pubblicate negli anni '90 che suggerirono che i pazienti con una risposta cardionibitoria al tilt test potevano beneficiare dell'impianto di un pacemaker. L'articolo, a cura di Pietro Palmisano, ripercorre l'evoluzione delle evidenze attraverso i risultati degli studi che negli anni hanno indagato la questione. Continua »
Impianto di S-ICD a due incisioni e US-SAPB

Impianto di S-ICD a due incisioni e US-SAPB

Gli impianti di S-ICD sono frequentemente eseguiti in anestesia generale, con una prolungata permanenza post-operatoria e un conseguente aumento dei costi. Questa tecnica anestesiologica può inoltre portare a una maggiore instabilità emodinamica, lesioni delle vie respiratorie e polmoniti post-intubazione. Tuttavia, uno studio pubblicato sul Journal of Interventional Cardiac Electrophysiology ha preso in esame una tecnica anestesiologica alternativa: il blocco eco-guidato del serrato anteriore. Continua »

CONTENUTO SPONSORIZZATO

HEARTLOGIC S-ICD

Dalla letteratura

Pandemia di COVID-19 e impianto di pacemaker in urgenza

Uno studio sul numero di impianti effettuati in Veneto prima e dopo il propagarsi dell’epidemia.
Continua »

Denervazione renale: diminuisce la recidiva di FA?

La tecnica si sta imponendo come alternativa all’ablazione nei pazienti con ipertensione resistente.
Continua »

Recidiva di FA: radiofrequenza vs crio-ablazione

Valutato l’impatto della tecnica sul tasso di recidive dopo una procedura redo in pazienti con FA parossistica.
Continua »

In agenda

Telecardiologia in era COVID-19: monitoraggio remoto & Co

Webinar #2, 7 luglio 2020
AIAC, Via Biagio Petrocelli 226, 00173 Roma
Tel +39.06.42020412 | Fax +39.06.42020037
e-mail: segreteria@aiac.it | www.aiac.it

© 2020 AIAC Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione
Realizzazione a cura di Think2it
Per non ricevere più questa newsletter cancella la tua iscrizione.